Home Graduatorie Gps 2022, per fare istanza 20 giorni di tempo, ma i sindacati...

Gps 2022, per fare istanza 20 giorni di tempo, ma i sindacati ne chiedono 30

CONDIVIDI

Come abbiamo anticipato, l’ordinanza ministeriale per la riapertura delle graduatorie provinciali supplenze (Gps) è quasi pronta, lo ha comunicato lo stesso ministero dell’Istruzione ai sindacati, anticipando loro i diversi aspetti e le principali novità della nuova OM.

Il provvedimento atteso a partire dal 19 aprile non soddisfa del tutto le sigle sindacali. In particolare, si dibatte in queste ore della finestra temporale destinata alla presentazione delle domande: il ministero ha previsto 20 giorni di tempo per l’invio dell’istanza, ma lo Snals ne chiede almeno 30. Lo ha chiarito Irene Tempera, della segreteria nazionale Snals-Confsal, in occasione della diretta di Tecnica risponde LIVE del 6 aprile: “Negli anni recenti è invalsa la tendenza a ridurre sempre di più la tempistica delle varie procedure, che possono sembrare semplici ma sono complesse. Sinceramente non ne comprendiamo il motivo, siamo assolutamente contrari a questo,” ha contestato l’esperta di contrattazione sindacale.

Icotea

E anche la Flc Cgil è dello stesso avviso. Ma la tempistica non rappresenta l’unico nodo dell’ordinanza. A seguire le altre proposte di modifica del sindacato di Francesco Sinopoli.

Altre richieste di Flc Cgil

  • Prevedere la visualizzazione immediata del punteggio come parte integrate dell’istanza inviata per l’aggiornamento della graduatoria.
  • Non considerare rinunciatari color che non esprimono tutte le sedi e consentire un “ripescaggio” nei successivi turni di nomina, se per le sedi espresse sopraggiungono disponibilità nei turni successivi.
  • Pubblicare il quadro completo dei posti disponibili prima dell’avvio delle scelte delle sedi.
  • Consentire ai docenti che hanno avuto assegnato lo spezzone in assenza di posti interi il completamento, anche mediante frazionamento di posto intero.
  • Rivedere le penalizzazioni rendendole meno aspre in rapporto a chi rinuncia alla nomina per giustificato motivo.
  • Chiarire il sistema delle precedenze nella scelta delle sedi previste da leggi di tutela (ad es. legge 104/92).
  • Eliminare gli errori presenti nell’articolo relativo alle discipline di indirizzo del Liceo Musicale.

La richiesta di confronto dei sindacati

I sindacati FLC CGIL – CISL SCUOLA – UIL SCUOLA RUA – SNALS CONFSAL – GILDA UNAMS hanno formalizzato la richiesta di confronto con il ministero. La formulazione della richiesta è la seguente:

Alla luce dell’informativa presentata alle Organizzazioni Sindacali sul tema della O.M. le scriventi Organizzazioni Sindacali, con riferimento a quanto previsto dall’art.22, comma 8, lettera a3 del CCNL vigente, chiedono l’apertura del confronto in merito:

  • alle disposizioni relative alle modalità di costituzione delle graduatorie di inserimento/aggiornamento delle GPS;
  • alle tabelle di valutazione dei titoli, in particolar modo per lo strumento musicale;
  • al mancato rispetto delle procedure previste dall’art.6 della L.241/1990;
  • alle procedure relative al conferimento delle supplenze per il personale docente ed educativo ed in particolar modo con riferimento alle sanzioni.