Home I lettori ci scrivono I precari di religione a Fioramonti: “Metta da parte le sue opinioni...

I precari di religione a Fioramonti: “Metta da parte le sue opinioni personali”

CONDIVIDI
  • Credion

Il Senatore Pittoni ha presentato l’emendamento al Decreto scuola che riguarda gli insegnanti di religione.
Esprimiamo piena soddisfazione per la proposta che rispecchia le nostre richieste e che affronta le problematiche degli Irc che non hanno più avuto un concorso dal 2004.

1–  Il 50% al concorso riservato per chi ha tre anni di servizio anche non consecutivi negli ultimi 10 anni, senza la prova della lingua straniera e senza voto minimo ( come i concorsi già banditi per la scuola secondaria e primaria).

Icotea

2 – Il 50% dell’organico viene riservato al concorso ordinario, per coloro che hanno il titolo, ma non il requisito dei tre anni.

3-  Riserva dei posti per chi ha superato il concorso del 2004

Ora, auspichiamo, che ci sia la piena disponibilità da parte di questo Governo ad accogliere e approvare una proposta che, finalmente, porrebbe fine alle annose vicissitudini degli insegnanti di religione.

Ci auguriamo che il Ministro Fioramonti metta da parte le sue opinioni personali e non si faccia condizionare da pregiudizi che non si addicono ad un uomo politico, men che meno ad un Ministro.

Con altrettanta soddisfazione apprendiamo che la proposta è stata condivisa dalla CEI.

Angela Loritto –  Confsal/ANAPS