Home Archivio storico 1998-2013 Generico I senatori incontrano gli alunni della primaria

I senatori incontrano gli alunni della primaria

CONDIVIDI
  • Credion
I senatori incontrano, a scuola, gli alunni delle scuole primarie: l’insolito avvenimento, che rientra nel concorso “Vorrei una legge che…”, è stato avviato il 28 aprile, quando una delegazione del Senato, guidata dai senatori Mauro Agostini e Franco Asciutti, si è recata presso l’Istituto comprensivo “Alcide De Gasperi” di Norcia (Perugia). Il 10 maggio il bis a Pescia: stavolta un gruppo di senatori, guidato dal vicepresidente Vannino Chiti, ha incontrato gli alunni della scuola primaria di Torricchio-Uzzano-Pistoia-Pescia-Circolo Pescia.
Il 12 maggio sarà la volta delle senatrici Franca Biondelli e Maria Rizzotti che a Valfenera (Asti) incontreranno gli studenti dell’istituto primario ‘Tommaso Villa’. Tra il 4 e il 5 giugno prossimi la delegazione guidata dai senatori Rosario Giorgio Costa e Alberto Maritati saranno in Puglia per incontrare gli alunni del I Circolo Didattico Don Milani – Plesso “G. Susanna” di Galatone e della Scuola Primaria “Aldo Sabato” – I Circolo Didattico ‘G.C. Vannini’ di Taurisano.
Gli istituti non sono stati scelti a caso, ma si tratta di quelli che si sono contraddistinti in occasione del concorso nazionale “Vorrei una legge che…”, promosso dal Senato della Repubblica in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, attraverso la realizzazione di proposte di legge attraverso più tipologie di supporti.
Lasciati liberi di esprimersi – spiega una nota del Senato – i giovanissimi nel partecipare al concorso, avevano avanzato proposte di legge attraverso filmati, disegni, cartelloni corredati da un ‘diario delle discussioni’ testimoniante il percorso di approfondimento e le modalità di decisione adottati dagli studenti nelle varie fasi di realizzazione. Con le visite delle delegazioni del Senato agli alunni delle scuole vincitrici prosegue così lo scambio volto ad avvicinare le nuove generazioni alle istituzioni”.
Gli istituti primari selezionati erano già stati premiati lo scorso 30 marzo dal presidente del Senato Renato Schifani nel corso di una cerimonia tenutasi a Palazzo Madama.