Home I lettori ci scrivono Il ministro Bussetti è distante dalla realtà

Il ministro Bussetti è distante dalla realtà

CONDIVIDI

Il ministro dell’istruzione Marco Bussetti continua a raccontare un mondo che è molto distante dalla realtà, situazioni che vedono i vertici del Miur e la base molto distanti tra loro. Recentemente il responsabile di viale Trastevere ha affermato di avere completamente smontato. La riforma Renzi della Buona Scuola.

Non è affatto vero perché i trasferimenti dei docenti sballottati al nord con l’infausto sistema dello algoritmo impazzito come se le persone fossero dei birilli, non ha dato esiti sperati. I precari trasferiti al nord sono rimasti lì o tutt’al più sono stati cambiati di provincia e dalle regioni settentrionali inviati a quelle centrali.

Hanno invece usufruito del diritto di precedenza solo coloro che sono in possesso della legge 104 del 92. Non ci risulta una effettiva volontà di stabilizzare tutti i precari, ma solo di dare loro illusione di un posto fisso dal momento che le finanze dello Stato sono deboli sembrano solo azioni propagandistico.

ICOTEA_19_dentro articolo

A settembre esploderà in maniera più virulenta il fenomeno della supplentite che la legge della Buona Scuola non ha affatto risolto.

In organico di diritto il prossimo anno scolastico ci saranno pochissimo posti e sarà tutto organico di fatto. Le nomine degli uffici scolastici territoriali saranno tutti su organico di fatto.

Riguardo infine alla chiamata diretta gli effetti si sono persi nel tempo e si continua a cantare sempre vittoria come se fossimo in eterna campagna elettorale.

 

Mario Bocola