Home Politica scolastica Incostituzionalità legge 107: a rilento il ricorso pugliese

Incostituzionalità legge 107: a rilento il ricorso pugliese

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Il comunicato del M5S sulla proposta del Governatore Emiliano di prevedere contributi e sconti per i precari che andranno fuori regione contiene un passaggio di grande interesse.

Il M5S, infatti, segnala che la delibera del Consiglio regionale pugliese relativa alla richiesta di intervento della Consulta sulla ipotesi di incostituzionalità della legge 107 è ancora ferma negli uffici legislativi della Regione.
Il fatto è del tutto normale perchè, come abbiamo più volte scritto, la delibera del Consigio è solamente i primo passo: per adire la Corte la Regione deve predisporre un ricorso solido e ben fondato.
Operazione per niente semplice soprattutto se si considera che le Regioni hanno titolo a chiedere l’intervento della Consulta ma solo nell’ipotesi che la legge invada le competenze e le prerogative della Regione stessa. 
E, per la verità, nella delibera già approvata dal Consiglio pugliese, come anche in quella che dovrebbe essere adottata il 31 agosto dal Consiglio della Calabria, ci pare che siano presenti aspetti che poco o nulla hanno a che vedere con i rapporti Stato-Regioni.

ICOTEA_19_dentro articolo

 

 

 

Preparazione concorso ordinario inglese