Home Politica scolastica La Convenzione ONU a Catania

La Convenzione ONU a Catania

CONDIVIDI
  • Credion

La manifestazione è iniziata alle 9.30 nella Sala del Consiglio Comunale dove il Prof. Vincenzo Lorefice, Presidente del Comitato, assieme alla Dott.ssa Francesca Raciti, Presidente del Consiglio Comunale di Catania, hanno aperto i lavori della giornata alla presenza di autorità istituzionali e di numerose rappresentanze di scuole di ogni ordine e grado.

Dopo i saluti di rito, il Prof. Lorefice ha sottolineato che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la Convenzione sui diritti dell’Infanzia il 20 novembre 1989. Da allora, sono stati registrati enormi progressi nel promuovere i diritti dei bambini – con una forte riduzione della mortalità infantile e un maggiore accesso ad istruzione e ad acqua pulita. La data del 20 novembre è, quindi, occasione per ribadire, in ogni parte del mondo, l’importanza di garantire i Diritti enunciati nella Convenzione.

Icotea

La manifestazione è proseguita con la presentazione della nuova edizione del tradizionale rapporto annuale dell’UNICEF “La condizione dell’infanzia nel mondo 2015 – Immaginare il futuro: l’innovazione per tutti i bambini” (Re-Imagine the Future. Innovation for Every Child), pubblicato proprio in occasione dell’Anniversario. Il nuovo rapporto globale celebra le immense potenzialità delle soluzioni innovative per lo sviluppo umano e sottolinea la necessità di un intervento da parte di tutti i Governi per evitare che milioni di bambini vengano esclusi dai vantaggi dell’innovazione.

Il rapporto, precisa Lorefice, per la prima volta in edizione completamente digitale, è una raccolta di contributi di straordinarie innovazioni, provenienti da diversi paesi, che stanno già migliorando la vita delle persone in tutto il mondo e invita gli innovatori a mettere le proprie idee “sulla mappa”. “Affinché l’innovazione favorisca ogni bambino, noi stessi dobbiamo essere più innovativi, ripensando il nostro modo di promuovere e accendere nuove idee per risolvere i nostri problemi più antichi» prosegue Lorefice riportando il commento del Direttore dell’Unicef Anthony Lake. «Le migliori soluzioni ai nostri problemi più difficili non verranno esclusivamente dall’alto o dalla base, oppure da un gruppo di Nazioni. Verranno da nuove reti per la soluzione di problemi e dalle comunità innovative attraverso confini e settori trasversali, per raggiungere i più lontani. E arriveranno da giovani, adolescenti e bambini stessi”.

L’importante ricorrenza è stata l’occasione per la consegna degli attestati a firma del Ministro per l’Istruzione, Stefania Giannini, e del Presidente dell’Unicef Italia, Giacomo Guerrera, a tutte le scuole che, nell’anno scolastico 2013/2014, hanno aderito al progetto di sperimentazione UNICEF – MIUR “Verso una Scuola Amica dei bambini e dei ragazzi”.

La manifestazione si è conclusa con un corteo di studenti, genitori e docenti che dal Palazzo del Comune si è recato alla Chiesa dei Minoriti dove l’Orchestra Sinfonica infantile “La città invisibile” ha allietato i presenti con un concerto di brani classici.