Lavoratori fragili: prorogati al 28 febbraio i benefici [VIDEO]

CONDIVIDI
  • Credion

La legge di bilancio 2021 ha previsto la proroga delle disposizioni in materia di lavoratori fragili fino al 28 febbraio 2021, equiparandone il trattamento a quello previsto per i lavoratori posti in quarantena o in permanenza domiciliare fiduciaria, con sorveglianza attiva.

Proroga al 28 febbraio dello smart working

Sia il personale che è stato già riconosciuto “lavoratore fragile”, si chi intende ancora richiedere il riconoscimento è interessato alla proroga prevista dalla legge di bilancio.

Icotea

Con il messaggio  15 gennaio 2021, n. 171  l’Inps ha fornito indicazioni sulle novità, introdotte dalla legge di bilancio, riguardo la tutela della malattia per i lavoratori fragili, pubblici e privati, che seguono le indicazioni già fornite con messaggio 9 novembre 2020, n. 4157.

Le assenze dal servizio equiparate al ricovero ospedaliero

le assenze dal servizio dei lavoratori fragili che non possono prestare la propria attività in smart working, sono qualificate – da un punto di vista giuridico ed amministrativo – alla stregua di malattia da Covid (vedi nota MI 1585 dell’11.09.2020) e sono equiparate a ricovero ospedaliero. Ciò comporta che non possano essere assoggettate alla c.d. “trattenuta Brunetta” la quale prevede che per ogni singolo periodo di malattia, nei primi 10 giorni di assenza, viene corrisposto solo il trattamento economico fondamentale con esclusione di ogni indennità o emolumento, comunque denominati, aventi carattere fisso e continuativo, nonché di ogni altro trattamento accessorio) e che il relativo periodo di assenza non sia considerato utile ai fini del periodo di comporto, ovvero ai fini del decorso del periodo massimo di assenze per malattia di cui il personale della scuola può fruire conservando il posto di lavoro.

Facciamo rinvio ad una tabella riassuntiva predisposta dalla Flc Cgil, dove vengono riassunte tutte le ipotesi di assenza per Covid del personale scolastico, compreso il caso dei lavoratori fragili, con il relativo trattamento giuridico ed economico.

Necessaria una proroga delle tutele

Stante l’incertezza sui tempi di ritorno alla “normalità”, visto il perdurare della pandemia, si impone la necessità di una ulteriore proroga delle previsioni in materia di lavoro agile e di lavoratori fragili, per mantenere ferme le tutele finora previste.