Home Politica scolastica M5S-Lega pensano a nuovo reclutamento, a rischio due prossimi concorsi

M5S-Lega pensano a nuovo reclutamento, a rischio due prossimi concorsi

CONDIVIDI

Manca ormai poco e il governo M5S-Lega con il premier Giuseppe Conte vedrà vita. Grande curiosità per sapere chi sarà il nuovo ministro dell’istruzione (clicca qui per le ultime news) e soprattutto quali saranno le intenzioni dell’esecutivo in tema di scuola e università.

Nuovo reclutamento?

Secondo quanto segnala La Repubblica, il governo pensa a nuovo sistema di reclutamento, ma le procedure del concorso docenti non abilitati sono appena partite e si rischia di creare un caos di leggi, decreti e ordinanze davvero notevole.

Icotea

Il rischio? Ingigantire a dismisura il contenzioso amministrativo (si veda il caso dei diplomati magistrale)

Dopo il concorso riservato agli abilitati non inseriti nelle graduatorie, sarà la volta del concorso riservato a coloro che sono senza abilitazione ma hanno svolto almeno tre anni di supplenza e infine arriverà il concorso per i laureati che stanno raccogliendo, sborsando almeno 500 euro, i 24 Cfu previsti dalla riforma Gelmini.

Non è detto che, con il passaggio di consegne da Valeria Fedeli al nuovo ministro, le ultime due procedure partiranno davvero, potrebbero essere cancellate dal nuovo inquilino di Viale Trastevere a favore della “revisione” programmata nel contratto.

VISITA LA SEZIONE DELLA TECNICA DELLA SCUOLA

La pagina dedicata agli aspiranti docenti con tutte le info utili e la normativa di riferimento. La procedura concorsuale e le assunzioni per la scuola dell’infanzia e primaria. I 24 Cfu e il tirocinio Fit per la scuola secondaria di I e II grado. News sui prossimi concorsi e l’applicazione per conoscere quale disciplina si può insegnare con la propria laurea.