Home Politica scolastica #riformabuonascuola, per Giannini non cambia nulla: presto saprete tutto

#riformabuonascuola, per Giannini non cambia nulla: presto saprete tutto

CONDIVIDI

Il rinvio di un’altra settimana del decreto non scalfisce le certezze del ministro dell’Istruzione: secondo Stefania Giannini, le assunzioni dei docenti si faranno nei tempi prestabiliti: “lo strumento legislativo lo sceglieremo martedì. Decideremo con chiarezza contenuti e veicolo legislativo. Per noi le assunzioni sono una priorità e urgenza, quindi sarà approvato uno strumento che consenta di ottenere questo risultato”. Così si è espressa Giannini, in conferenza stampa dopo il CdM, spazzando via così i dubbi che erano trapelati poche ore prima alla notizia del cambio di programma sul decreto di attuazione del programma, trasformato in disegno di legge dai tempi decisamente più lunghi.

Anche sui numeri dei precari da assumere, il titolare del Miur non fa una piega: “non voglio ripetere cifre – per noi chiare -, ha senso che compaiano sul dettato di legge”. Quindi, se ne riparla tra una settimana.

Icotea

Nessuna marcia indietro anche sugli aumenti in busta paga, con il 70% degli scatti che non sarà più automatico ma legato al merito: “si passa a un sistema di valutazione e di carriera degli insegnanti innovativo e rivoluzionario per il Paese che finora ha visto la progressione di carriera legata solo all’anzianità”.

Giannini ha infine tenuto a parlare di un “cambio culturale molto importante”: riguarda la “possibilità di destinare il 5 per mille alla scuola”, con “i provvedimenti sulla scuola” che “prevedono sul piano fiscale uno ‘School Bonus’ per chi investe in progetti legati alla scuola e la detrazione per chi frequenta le scuole paritarie”.

Poco dopo, intervistato a Ballarò, il ministro ha detto di aspettarsi “un dibattito rapido in Parlamento. Oggi – ha aggiunto – abbiamo iniziato tecnicamente la discussione delle proposte contenute in questo importante ddl. Martedì si proseguirà per arrivare all’approvazione. Poi toccherà al Parlamento avere tempi snelli perché sia fatto ciò che abbiamo indicato, anche sul piano assunzionale”. 

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola