Home Archivio storico 1998-2013 Generico Prosegue anche per l’a.s. 2010/2011 il Progetto “Qualità e merito”

Prosegue anche per l’a.s. 2010/2011 il Progetto “Qualità e merito”

CONDIVIDI
  • Credion

Lo ha reso noto il Miur, con la Nota prot.n. 4908 del 30 giugno 2010, con la quale fornisce indicazioni alle scuole interessate circa la possibilità di aderire alla prosecuzione e all’estensione delle attività realizzate nell’anno scolastico 2009/2010.

Dopo una prima fase di sperimentazione, si entra così nel vivo della seconda fase di estensione, finalizzata al consolidamento e alla diffusione in maniera estensiva delle metodologie e delle competenze sviluppate, mediante l’allargamento delle discipline interessate e del numero di classi/scuole coinvolte, nell’ambito di uno sviluppo pluriennale che accompagni gli insegnanti e gli studenti per tutto il ciclo delle scuole secondarie di I grado.
Nell’anno scolastico ancora successivo (2011/2012) si avvierà la terza fase di sistematizzazione, finalizzata ad incrementarne la diffusione ed a sistematizzare i cambiamenti avviati.
Dal prossimo anno scolastico le Regioni coinvolte saranno sette, cinque dello scorso anno (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Marche, con le 79 scuole già coinvolte) più altre due (Toscana e Lazio, con le classi prime).
È previsto anche l’ampliamento del progetto nell’ambito disciplinare dell’italiano, con l’avvio di nuovi interventi per il potenziamento degli apprendimenti linguistici nelle classi prime (a.s. 2010/2011).  
Chi può candidarsi
La partecipazione al progetto nazionale PQM è riservata alle scuole secondarie di I grado delle sette Regioni di cui sopra. Possono candidarsi:
·         le istituzioni scolastiche che, avendo già aderito alla fase sperimentale dell’a.s. 2009/2010, devono confermare la propria partecipazione alla fase successiva del progetto per la matematica con le classi seconde, oppure richiedere l’avvio di nuovi percorsi con le classi prime per la matematica e/o l’italiano;
·         le istituzioni scolastiche che non hanno partecipato al primo anno di sperimentazione ed intendono aderire per la prima volta al progetto con le classi prime per la matematica e/o l’italiano. 
La rilevazione degli apprendimenti
La tempistica prevista è la seguente:
·         entro la fine giugno 2010: nelle classi seconde che hanno già partecipato alla prima fase verranno utilizzate le rilevazioni della prova del Snv-Invalsi del 13 maggio 2010 come “prova in entrata”. Entro questa data, l’elaborazione dei dati verrà restituita alle scuole in forma grezza, con la rilevazione dei soli scostamenti tra test iniziale e test finale;
·         entro fine settembre 2010: nelle classi prime candidatesi per l’anno 2010/2011 saranno somministrati i test, appositamente predisposti dall’Invalsi, sulla base delle scelte effettuate (prova di italiano e/o di matematica);
·         entro metà novembre 2010: è prevista la restituzione dei risultati alle istituzioni scolastiche;
·         entro la seconda decade di novembre 2010: le classi seconde che hanno già partecipato alla prima fase riceveranno l’analisi completa, raffrontata alla media nazionale;
·         nel maggio 2011: è prevista la somministrazione “in uscita” per tutte le classi partecipanti, utilizzando le prove del Snv-Invalsi per le classi prime ed un test appositamente predisposto per le seconde. 
L’analisi dei risultati e la predisposizione del Piano di Miglioramento
Una volta ricevuti i risultati del test di ingresso, le scuole dovranno procedere all’analisi e all’interpretazione dei dati delle proprie classi, dopodiché, nel corso del mese di dicembre 2010 ogni singola scuola dovrà individuare le azioni necessarie per migliorare il processo di insegnamento/apprendimento, programmandole all’interno di uno specifico Piano di Miglioramento. 
La formazione dei Tutor di Istituto
La tempistica prevista è la seguente:
·         entro il mese di luglio 2010 saranno confermate le scuole partecipanti per ognuna delle aree di intervento per l’a.s. 2011/2012;
·         entro il mese di settembre 2010 in ogni scuola saranno confermati i 2 Tutor di Istitutoper ciascuna delle aree di intervento coinvolte, scelti dall’istituzione scolastica fra i docenti di matematica e di italiano di ruolo titolari nelle classi interessate che partecipano al progetto. I Tutor di Istituto dovranno essere disponibili a partecipare ad apposito programma di formazione (sia in presenza, sia on-line).