Home Università e Afam Quale Università scelgo? Le piccole Sant’Anna di Pisa e Libera di Bolzano...

Quale Università scelgo? Le piccole Sant’Anna di Pisa e Libera di Bolzano sono tra le prime dieci al mondo

CONDIVIDI

Gli insegnanti e le famiglie con studenti in procinto di lasciare la scuola superiore per l’Università, farebbero bene a valutare la qualità dell’ateneo dove consigliarli di iscriversi. Anche a costo di chiedergli di trasferirsi lontano da casa.

Detto anche che ogni Facoltà accademica può essere più o meno di livello, qualche indicazione può giungere anche dalle classifiche internazionali. Come quella del Times Higher Education, pubblicata il 3 agosto: ebbene, in base a questa graduatoria, tra le dieci piccole università migliori al mondo figurano due italiane.

Icotea

Classi poco numerosi e contatto diretto con i prof

Si tratta della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, terza dopo il California Institute of Technology (Clatech) e la francese Ecole Polytechnique, e della Libera Università di Bolzano, in nona posizione.

La classifica, sostiene il Times Higher Education, considera le università che sono già entrate a far parte del Times Higher Education’s World University Rankings 2018, che riunisce le università che raggiungono i risultati più brillanti in termini di produttività scientifica e che hanno meno di 5.000 studenti.

Fra queste, la selezione ulteriore viene fatta sulla base giudizi espressi dagli studenti. I quali, in alto numero dicono di preferire università con classi poco numerose e che consentano di interagire più direttamente con gli insegnanti.

Accessi limitati ma vale la pena provarci

È emblematico, a tal proposito, quanto accade al Caltech, che continua a conservare incontrastato la sua posizione nella classifica delle piccole università e al tempo stesso, nonostante abbia appena 2.000 studenti, è terzo nella classifica generale delle migliori università e nella sua storia conta 34 Nobel.

La Scuola Superiore Sant’Anna, è la prima università italiana a far parte di questa classifica ed è anche l’unica della top ten ad avere meno di mille studenti.

Rinominata come il ‘diamante delle Dolomiti’, la Libera Università di Bolzano comprende tre strutture a Bolzano, Bressanone e Brunico. Secondo i dati forniti dal presidente della facoltà di Economia, l’80% dei suoi laureati trova un lavoro nel settore di competenza entro un anno dal conseguimento della laurea.

Ovviamente, l’accesso a queste università essendo composte da un numero limitato di studenti, deriva solo dal superamento dei test predisposti ad inizio anno. Il consiglio, per chi se la sente, è però di provarci.