Home Archivio storico 1998-2013 Estero Quarta scuola estiva sulla chimica verde

Quarta scuola estiva sulla chimica verde

CONDIVIDI
webaccademia 2020


Il Consorzio interuniversitario nazionale italiano "La chimica per l’ambiente" sta organizzando la quarta scuola estiva sulla chimica verde finanziata nell’ambito del programma "Potenziale umano" della Commissione europea, facente parte del quinto programma quadro. Il corso si terrà a Venezia dal 10 al 16 settembre 2001. I giovani ricercatori, i dottorandi e i postdottorandi provenienti dai Paesi europei possono inviare la loro candidatura per concorrere all’assegnazione di una borsa di studio. Il limite massimo di età per l’ammissione al corso è di 35 anni.
Le lezioni verranno tenute da una decina di docenti di altissimo livello e fama internazionale, stimati per i loro meriti scientifici e per il contributo innovativo reso a tale ambito di ricerca.
Al corso verranno affrontati i seguenti argomenti:
– solventi alternativi;
– materie prime alternative;
– prodotti; catalisi;
– reazioni.
I partecipanti alla scuola estiva alloggeranno e seguiranno le lezioni presso l’Istituto Canossiano, nel centro di Venezia. La terza scuola estiva sulla chimica verde si è svolta a Venezia dal 4 al 10 settembre 2000, con il patrocinio del ministero italiano degli Esteri e del ministero italiano dell’Università e della Ricerca scientifica. L’edizione del 2000 ha concluso il primo ciclo di tre anni, finanziato dal programma Fmr (Formazione e mobilità dei ricercatori) della Commissione europea.

Il modulo elettronico di candidatura per partecipare alla quarta scuola estiva sulla chimica verde può essere scaricato dal seguente sito Internet:

Url:
http://www.unive.it/nca/formazione/summer/index4.html
Ai candidati ammessi verrà assegnata una borsa di studio per la copertura totale delle spese.
Per ulteriori informazioni consultare il sito web:

Url:
http://www.unive.it
Per informazioni sul contenuto del corso consultare il sito:

Url:
http://helios.unive.it/inca/formazione/summer/preliminary.html
oppure rivolgersi a:
E-mail:
[email protected]
oppure a:
E-mail:
[email protected]

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese