Home Politica scolastica Ricorso alla Consulta contro la riforma, l’avvocatura della Regione Puglia dà l’assenso

Ricorso alla Consulta contro la riforma, l’avvocatura della Regione Puglia dà l’assenso

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Sul filo di lana, anche la Puglia potrebbe impugnare la Legge 107/15: il 10 settembre, l’avvocatura ha espresso parere positivo sulla possibile lesione delle attribuzioni della Regione.

Il parere dell’avvocatura regionale è stato depositato al presidente della Giunta e al presidente del Consiglio regionale. La richiesta di far esprimere l’avvocatura, ricordiamo, era giunta dopo la mozione approvata all’unanimità nella seduta consiliare della Regione il 31 luglio scorso.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Il parere – è precisato nella nota – sarà esaminato dalla Giunta, che già da ieri (9 settembre) era stata convocata per sabato alle ore 18.30 presso Fiera del Levante per proseguire l’esame di altri provvedimenti. “La vicenda – conclude la nota – verrà esaminata dalla giunta non sotto l’aspetto politico, del tutto irrilevante in questa materia, ma esclusivamente dal punto di vista tecnico-giuridico alla luce del suddetto parere”.

 

{loadposition eb-dirigente}

 

Il motivo della convocazione di sabato è presto detto: il giorno dopo, domenica 13, scade infatti il termine per fare ricorso alla Consulta.

A detta dell’Anief, infine, anche altre regioni, come Lombardia e Calabria, oltre la stessa Puglia, sarebbero sul punto di presentare ricorso alla Corte Costituzionale: sono ad alto rischio di incostituzionalità, secondo il sindacato autonomo, “la chiamata diretta dei docenti, la nuova figura del preside-sceriffo, il blocco degli stipendi e il piano straordinario di immissioni in ruolo che lascia vivo il precariato e costringe migliaia di precari ad essere assunti fuori regione oppure a non presentare domanda per non rischiare l’epurazione. Dello stesso avviso sono diversi giuristi ed esperti. E tutto ciò era stato ben evidenziato dalla commissione Affari Costituzionali del Senato, che a giugno, nel corso dell’esame della legge, mandò pure sotto la maggioranza”.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola

Preparazione concorso ordinario inglese