Home Archivio storico 1998-2013 Università e Ricerca Scoppia il caso dei precari della ricerca

Scoppia il caso dei precari della ricerca

CONDIVIDI
  • Credion

Sulla conversione in legge del decreto 101 in materia di precariato della Pubblica Amministrazione la Flc-Cgil ha deciso di scatenare una offensiva politica pesantissima nei confronti del Governo e della maggioranza che lo sostiene.
Oggetto del contendere è il trattamento da riservare al personale precario degli istituti di ricerca.
Sulla questione già nei giorni scorsi i sindacati confederali avevano preso posizione
sottolineando che nella legge di conversione erano state introdotte modifiche peggiorative del testo varato inizialmente dal Governo e che al posto delle sospirate stabilizzazioni si prevedevano ”pochissimi concorsi con un turn over fissato al 20% e di regola per contratti a part time”.
Poche ore fa Mimmo Pantaleo, segretario nazionale della Flc-Cgil, ha rincarato la dose affermando che “siamo di fronte alla incredibile situazione che il famoso decreto annunciato dal governo come un primo passo per la soluzione al problema del precariato nella PA si è trasformato nella soluzione finale: il licenziamento”.
E poi l’affondo finale con un linguaggio che in altri tempi veniva usato per rivolgersi ai Governi democristiani: “Questo governo, subalterno a logiche di scambio, mostra ogni giorno di più un volto reazionario”.