Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Scuola in chiaro”: più tempo per le scuole per inserire le informazioni

“Scuola in chiaro”: più tempo per le scuole per inserire le informazioni

CONDIVIDI
  • Credion

Tali funzioni non sono soggette a chiusura, proprio per consentire alle istituzioni scolastiche di fornire all’utenza informazioni sempre aggiornate che le rappresentino nella loro attualità.

A chiarirlo è lo stesso Ministero che ha pubblicato una serie di faq, aggiornate al 9 gennaio 2012, per rispondere ad alcune domande riguardanti la nuova funzionalità.
In particolare, le risposte si riferiscono ad alcune problematiche che potrebbero insorgere relativamente alla procedura di iscrizione on-line. Ad esempio, per quanto riguarda l’eventuale documentazione da allegare alla domanda di iscrizione (certificazione relativa alla disabilità, certificazione medica sui disturbi specifici di apprendimento), le famiglie potranno inoltrare on-line solo la domanda e gli altri eventuali modelli richiesti dall’istituzione scolastica per l’iscrizione; le certificazioni mediche, invece, vanno presentate direttamente alla segreteria scolastica.
Tra le informazioni di interesse per le istituzioni scolastiche, segnaliamo anche la possibilità di aggiornare – tra il 9 e il 20 gennaio – alcune informazioni relative alle dotazioni multimediali per la didattica presenti in ogni Istituzione scolastica; in tale periodo, infatti, viene riaperta l’apposita funzionalità del SIDI, area “Rilevazioni → Osservatorio Tecnologico → Dotazioni Multimediali per la Didattica”. In particolare, ogni istituzione scuola potrà comunicare i dati relativi a:
1. numero di Computer in uso nella scuola, suddivisi per periodo di acquisizione;
2. numero di Lavagne Interattive Multimediali installate (in classe, in laboratorio, mobili);