Home Archivio storico 1998-2013 Generico Sospese le operazioni di utilizzo degli avanzi per le supplenze del 2012

Sospese le operazioni di utilizzo degli avanzi per le supplenze del 2012

CONDIVIDI
  • Credion

Con una nota indirizzata alle singole scuole e al revisore dei conti in rappresentanza del Miur (prot. 6890 del 14 ottobre 2013), il Miur ha tenuto conto delle segnalazioni giunte da molte scuole e ha deciso di bloccare eventuali operazioni di utilizzo degli importi in eccedenza in questione per pagamenti dovuti a contratti per supplenze brevi e saltuarie, in attesa degli approfondimenti attualmente in corso con l’Ufficio Centrale di Bilancio e NoiPA del Ministero dell’Economia e Finanze. 
Questa la vicenda ricostruita dalla FLC Cgil: a luglio del 2013 il MIUR ha fatto una rilevazione dei residui dei finanziamenti delle supplenze brevi e saltuarie del 2012, presenti nei bilanci delle scuole. Successivamente, il Ministero ha inviato la nota n. 6758 del 7 ottobre alle scuole che nella rilevazione avevano comunicato di avere nei bilanci alcuni residui e ha chiesto alle scuole di utilizzare tali avanzi per pagare le supplenze riferite al corrente anno 2013 comunicando che non sarebbero stati più caricati al sistema Sicoge sui POS delle scuole i finanziamenti assegnati con la nota del 17 settembre 2013
A questo punto, le scuole, alle prese con i pagamenti delle prime supplenze dell’a.s. 2013/14, si sono trovate di fronte a difficoltà e problemi, avendo in cassa soldi non sufficienti per pagare e non potendo utilizzare il Cedolino unico. 
Vista la situazione di estrema incertezza,il Miur ha così sospeso momentaneamente la procedura e ha chiesto chiarimenti al Mef per trovare una soluzione ai problemi segnalati dalle scuole. 
Ora non resta che attendere…