Home I lettori ci scrivono Sostegno, perplessità sui requisiti del V Ciclo

Sostegno, perplessità sui requisiti del V Ciclo

CONDIVIDI

I docenti di sostegno precari senza il titolo di specializzazione ma con oltre 36 mesi di servizio sono indignati per tutto ciò che sta succedendo.

Prima si respinge l’emendamento che chiedeva l’accesso con riserva al concorso straordinario su sostegno ai docenti che hanno anni e anni di insegnamento (minimo 36 mesi).

Adesso si profila l’uscita del V ciclo TFA sostegno con il paradosso dei paradossi.

ICOTEA_19_dentro articolo

Quei docenti che lo ripetiamo, hanno accumulato una forte esperienza sul campo con le disabilità, tengono in piedi la scuola ogni anno ma sono privi di specializzazione.

Quei docenti che attendono da anni una stabilizzazione, VENGONO ESCLUSI dal requisito di partecipazione al TFA. In parole povere si omette questa categoria di docenti. Essendo questo un paradosso grave, poiché l’accesso è garantito ai neolaureati senza servizio agli ITP con diploma, anch’essi senza servizio.

Mi rivolgo alla politica, soprattutto agli esponenti e al Ministro che predicano “il sostegno è una cosa seria” e a tutte le forze sindacali, affinché venga urgentemente valutato il requisito di partecipazione con un attenzione specifica e prioritaria ai “docenti” che in questi anni hanno lavorato affianco alla disabilità, perché il servizio e il loro lavoro venga valorizzato e garantisca continuità ed esperienza agli alunni speciali.

Anita Pelaggi 

CONDIVIDI