Home Archivio storico 1998-2013 Generico Stranieri sui banchi, sono quasi il 10%

Stranieri sui banchi, sono quasi il 10%

CONDIVIDI
La crescita degli alunni con cittadinanza straniera continua a salire inesorabilmente. Considerando tutti i livelli di formazione, fino a quella della scuola media superiore, quindi sino alla diploma di maturità, anche nell’anno scolastico 2011/2012 si è assistito ad un incremento. Il dato è contenuto anche nel ‘Rapporto sulla coesione sociale 2013 di Istat, Inps e ministero del Lavoro’, presentato il 30 dicembre.
In media, sono risultati 9,2 stranieri ogni 100 iscritti nella scuola dell’infanzia (rispetto ai 5,7 del 2006-2007); 9,5 nella scuola primaria (6,8 nel 2006-2007); 9,3 nella scuola secondaria di primo grado (6,5 nel 2006-2007); 6,2 nella secondaria di secondo grado (3,8 nel 2006-2007).
Da altre rilevazioni, realizzate nella seconda parte del 2013, risulta però che ormai la maggior parte degli alunni privi di cittadinanza italiana sono in realtà stranieri di seconda generazione: bambini nati in Italia da genitori entrambi stranieri. E che da più parti, anche a livello politico, in tanti vorrebbero considerare italiani a tutti gli effetti. Approvando una apposita legge.
CONDIVIDI