Home Archivio storico 1998-2013 Estero Studiare le lingue meno note dell’Europa: il ceco

Studiare le lingue meno note dell’Europa: il ceco

CONDIVIDI
  • GUERINI


Il corso offre la possibilità, a 20 studenti, di apprendere per la prima volta, o per coloro che già posseggono una conoscenza base della lingua ceca scritta e parlata.

Sono previste 89 ore di lezione di cui 63 in classe e 26 in laboratorio.

La città di Plzen è la quarta città per importanza della Repubblica ceca. Dista solo 80 km. dall’aeroporto della capitale, Praga e 80 km. dal confine con la Germania.

Per ulteriori informazioni sul corso contattare l’Agenzia nazionale Socrates al seguente indirizzo di e-mail: [email protected]

Il corso è stato organizzato nell’ambito dell’Eilc (Erasmus Intensive Language Courses), schema di sostegno della Commissione Europea, che mira ad offrire ad insegnanti e studenti, corsi nelle lingue meno studiate ed insegnate in Europa e nei paesi che partecipano al programma Erasmus, nei paesi ospitanti per periodi che vanno dalle 3 alle 8 settimane.

Questi corsi si terranno tra l’estate del 2004 e il febbraio 2005.

I corsi Eilc nel 2004 si terranno nei seguenti paesi: Belgio (comunità fiamminga), Bulgaria, Cipro, repubblica ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Lettonia, Lituania, Malta, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svezia.

I corsi sono previsti per due livelli linguistici livello I: principianti; livello II: intermedio.

Gli studenti partecipanti sono esenti dal pagamento delle tasse universitarie. L’Agenzia nazionale/istituto potrebbe erogare un finanziamento Erasmus supplementare per la durata del corso. In cambio, agli studenti verrebbe chiesto di contribuire alla valutazione dei corsi e del loro impatto sugli studi accademici.


Per ulteriori informazioni sul corso e sui corsi intensivi di lingue Erasmu, visitare i siti internet presenti in "Ulteriori approfondimenti".