Home Archivio storico 1998-2013 Estero Studiare le lingue minoritarie degli Stati in fase di adesione all’Unione europea

Studiare le lingue minoritarie degli Stati in fase di adesione all’Unione europea

CONDIVIDI
  • GUERINI


Il corso offre la possibilità, a 15 studenti, di acquisire i primi elementi della lingua bulgara scritta e parlata.

Sono previste 180 ore di lezione di cui 108 in aula, 36 in laboratorio e 36 dedicate alle visite culturali della città e a seminari.

Il programma prevede anche 12 ore di lezioni sulle danze e canti popolari bulgari.

La città di Veliko si trova ai piedi dei monti Stara Planina nel centro nord del Paese. La città è facilmente raggiungibile da Varna e da Sofia, entrambe provviste di aeroporto.

Il corso è stato organizzato nell’ambito dell’Eilc (Erasmus Intensive Language Courses), schema di sostegno della Commissione Europea, che mira ad offrire ad insegnanti e studenti, corsi nelle lingue meno studiate ed insegnate in Europa e nei Paesi che partecipano al programma Erasmus, nei Paesi ospitanti per periodi che vanno dalle 3 alle 8 settimane.

Questi corsi si terranno tra l’estate del 2004 e il febbraio 2005.

I corsi Eilc nel 2004 si terranno nei seguenti Paesi: Belgio (comunità fiamminga), Bulgaria, Cipro, repubblica ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Lettonia, Lituania, Malta, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svezia.

I corsi sono previsti per due livelli linguistici livello I: principianti; livello II: intermedio.

I partecipanti non devono pagare per questi corsi bensì le agenzie nazionali possono concedere sussidi per la partecipazioni a questi corsi.