Home Archivio storico 1998-2013 Generico Svolgimento prova mobilità professionale personale Ata

Svolgimento prova mobilità professionale personale Ata

CONDIVIDI
  • Credion
La prova selettiva, ricordiamo, si svolgerà esclusivamente in un’unica sessione e potrà essere erogata anche in più giorni a decorrere dal 31 maggio 2010, comunque entro e non oltre l’11 giugno prossimo.
A partire dal 31 maggio l’Ansas metterà a disposizione, sul pannello dedicato alle articolazioni territoriali degli Uffici scolastici regionali e in quello dei Comitati di sorveglianza, il file compresso contenente l‘applicazione che consentirà lo svolgimento della prova selettiva in modalità off-line.
Durante lo svolgimento delle prove, che prevedono l’utilizzo di strumentazioni informatiche, dovrà essere garantita la massima vigilanza con la presenza di almeno due componenti del Comitato di sorveglianza. Nei laboratori, è consentita esclusivamente la presenza dei candidati ammessi a sostenere la prova, dei membri della Comitato di sorveglianza, di altro personale esplicitamente autorizzato dall’Amministrazione e del dirigente scolastico (o del coordinatore di sede) della scuola ospitante, se non interessati alle attività del Comitato di sorveglianza stesso.
L’erogazione della prova avviene tramite apposita procedura informatizzata on-line curata dall’ Ansas, che metterà, inoltre, a disposizione di ogni laboratorio un software aggiuntivo da scaricare ed installare su ogni postazione di lavoro e da utilizzare solo nei casi di eventuali, particolari ed urgenti necessità operative, fermo restando che non potranno essere previste, data la natura concorsuale della procedura, sessioni straordinarie di prova.
Il Comitato di sorveglianza, prima dell’effettuazione della prova, dovrà, tra le altre operazioni preliminari, verificare il corretto funzionamento delle attrezzature informatiche, assicurare che non siano presenti sulle postazioni in uso collegamenti a materiali afferenti la prova, azzerare la cronologia, eliminare i cookies ed i file temporanei, assicurare che sui piani di lavoro ove opereranno i candidati vi sia la sola presenza dei monitor e dei mouse; infatti, ai candidati non è consentito l’uso di manuali, dispense, fogli propri, libri o pubblicazioni, nonché telefoni cellulari, computer palmari, radio, o altri dispositivi elettronici.
Al termine della prova, nella scheda denominata “esito della prova selettiva” dell’applicazione dedicata alla gestione della sessione, il Comitato di Sorveglianza potrà monitorare in tempo reale la conclusione delle prove svolte dai candidati presenti, avendo cura di aggiornare l’elenco a disposizione mediante l’apposito tasto.
Al compimento della prova di ogni candidato il Comitato vedrà apparire a fianco del corrispondente nominativo un riferimento grafico la cui attivazione produrrà a video la generazione di un report contenente la prova del candidato e i relativi esiti. Il report dovrà essere stampato, controllato, firmato dai tre membri e consegnato al candidato stesso.
Espletate le operazioni di rilascio dei report finali per ogni candidato, il Comitato dovrà chiudere la sessione tramite l’apposito pulsante, dopodiché non sarà più possibile alcuna modifica.
In ultimo, il Comitato dovrà stampare il modello finale di verbale, verificarne l’esattezza e sottoscriverlo con la firma di tutti i membri. La scuola ospitante provvederà a farlo recapitare all’Ufficio scolastico provinciale.
Per quanto concerne l’espletamento della prova mediante l’uso del software aggiuntivo di cui sopra, il suo uso è consentito solo per alcune casistiche particolari:
– candidati la cui utile conclusione della prova sia stata impedita da malfunzionamenti di varia natura riscontrati nella sessione ordinaria (es. malfunzionamenti relativi alle attrezzature informatiche locali e remote, alle connessioni telematiche nonché a malfunzionamenti riguardanti le funzionalità del laboratorio sede di prova). Nel verbale di sessione di prova dovranno essere annotati il verificarsi dell’evento che per quel candidato ha impedito lo svolgimento della prova, la soluzione che verrà adottata, il nuovo svolgimento della prova mediante l’utilizzo del software aggiuntivo nel verbale della sessione in cui il candidato viene inserito;
– candidati in servizio all’estero;
– candidati in servizio in provincia diversa da quella di titolarità. Si tratta di personale che non compare negli elenchi messi a disposizione dall’ Ansas nella procedura di gestione e che pertanto dovrà essere gestito “manualmente”;
– candidati nell’impossibilità psico-fisica di sostenere la prova ordinaria (es: ipovedenti, difficoltà motorie tali da impedire l’uso del mouse);
– tutte quelle situazioni in cui l’Ufficio debba ammettere con riserva, a scopo esclusivamente cautelativo, personale a sostenere la prova non previsto dagli elenchi messi ad disposizione dall’ Ansas.
A conclusione della suddetta nota prot.n. 5402 del 28 maggio 2010, il Miur, nel ringraziare i dirigenti scolastici ed il personale delle istituzioni ospitanti), rende noto che sarà previsto il rimborso delle spese relative ai materiali di consumo utilizzati (carta, toner stampante, supporti di memorizzazione), utilizzando le risorse disponibili sul capitolo “Spese per le procedure di reclutamento del personale docente, educativo, Ata della scuola, per la mobilità e la valorizzazione professionale del personale Ata,…". 
Sullo stesso capitolo potranno gravare, ove spettanti, anche i rimborsi per eventuali spese di viaggio sostenute dal personale dell’Amministrazione impegnato nelle attività di sorveglianza.