Home Archivio storico 1998-2013 Estero Ue: promuovere gli organismi attivi fra i giovani

Ue: promuovere gli organismi attivi fra i giovani

CONDIVIDI

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, serie L 138 del 30 aprile 2004, è stata pubblicata la decisione n. 790/2004/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 aprile 2004, che istituisce un programma di azione comunitaria per la promozione degli organismi attivi a livello europeo nel settore della gioventù per il periodo che va dal 1 gennaio 2004 al 31 dicembre 2006.
Obiettivo generale del presente programma consiste nel sostenere le attività di tali organismi. Queste attività sono costituite dal programma di lavoro permanente di un organismo che persegue uno scopo di interesse generale europeo nel settore della gioventù o un obiettivo che si iscrive nel quadro della politica dell’Unione europea in questo settore. Tali attività devono in particolare contribuire, o avere la capacità di contribuire, alla partecipazione attiva dei giovani cittadini alla vita pubblica e alla società nonché allo sviluppo e all’attuazione di azioni di cooperazione comunitaria nel settore della gioventù in senso lato. La cooperazione con il Forum europeo della gioventù partecipa a tale obiettivo generale nella misura in cui il Forum europeo della gioventù esercita attività di rappresentanza e di coordinamento delle organizzazioni non governative nel settore della gioventù e fa da tramite con le istituzioni europee per le informazioni sulla gioventù.

Le principali attività delle organizzazioni della gioventù suscettibili di contribuire al rafforzamento e all’efficacia dell’azione comunitaria sono le seguenti:

– rappresentanza delle opinioni e degli interessi dei giovani in tutta la loro diversità a livello comunitario,
– scambi di giovani e servizi di volontariato,

– programmi d’istruzione e di lavoro informali e non formali,

– promozione dell’apprendimento e della comprensione interculturali,

– dibattito sulle questioni europee e sulle politiche dell’Unione europea o sulle politiche della gioventù,

– diffusione d’informazioni sull’azione comunitaria,

– azioni volte a favorire la partecipazione e l’iniziativa dei cittadini.

Le principali attività del Forum europeo della gioventù sono le seguenti:

Icotea

– rappresentanza dei giovani presso l’Unione europea,
– coordinamento delle posizioni dei suoi membri nei confronti dell’Unione europea,

– moltiplicatore dell’informazione sulla gioventù presso le istituzioni europee,

– moltiplicatore dell’informazione dell’Unione europea presso i consigli nazionali della gioventù e le organizzazioni non governative,

– promozione e preparazione della partecipazione dei giovani alla vita democratica,

– contributo al nuovo quadro di cooperazione deciso a livello di Unione europea nel settore della gioventù,

– contributo allo sviluppo delle politiche della gioventù, dell’occupazione giovanile e delle opportunità di formazione nonché alla diffusione di informazioni sui giovani e alla messa a punto di strutture rappresentative dei giovani in tutta Europa,

– azioni di dibattito e di riflessione sulla gioventù in Europa e in altre regioni del mondo così come

sull’azione dell’Unione europea a favore dei giovani.

Le attività svolte dagli organismi suscettibili di ricevere una sovvenzione comunitaria a titolo del programma rientrano in uno dei seguenti ambiti:
2.1. Sezione 1: Sostegno al Forum europeo della gioventù.

2.2. Sezione 2: sostegno ad attività permanenti di organismi che perseguono uno scopo di interesse generale europeo nel settore della gioventù o un obiettivo che si iscrive nel quadro della politica dell’Unione in questo settore.

2.3. Disposizioni transitorie.

Per poter beneficiare di una sovvenzione di funzionamento, un organismo deve avere le seguenti caratteristiche:

a) le sue attività devono essere conformi ai principi che sottendono l’azione comunitaria nel settore della politica della gioventù;

b) deve trattarsi di un organismo giuridicamente costituito da più di un anno;

c) deve esercitare le sue attività a livello europeo, da solo o sotto forma di varie associazioni coordinate, e la sua struttura e le sue attività devono avere un potenziale di impatto a livello dell’intera Unione o coprire almeno otto dei paesi ammessi a beneficiare del programma.

La dotazione finanziaria per l’esecuzione del presente programma per il periodo indicato all’articolo è pari a 13 milioni di euro.