Home Archivio storico 1998-2013 Generico Assistenti di lingua italiana all’estero

Assistenti di lingua italiana all’estero

CONDIVIDI
  • Credion
Con Avviso prot. 16604 del 4 dicembre 2012 della Direzione generale per gli affari internazionali, il Miur comunica che per l’anno scolastico 2013/2014, sulla base degli accordi culturali e dei relativi protocolli esecutivi tra l’Italia ed i Paesi indicati, sono disponibili alcuni posti retribuiti di assistenti di lingua italiana all’estero.
I posti di assistente di lingua italiana all’estero sono attribuiti previa selezione dei candidati e riservati esclusivamente a studenti universitari o neolaureati di madrelingua e cittadinanza italiana in possesso di tutti i requisiti previsti ed indicati nell’Avviso del 4 dicembre scorso, tra i quali quello di non aver compiuto il 30° anno di età alla data di scadenza del bando (12 gennaio 2013).
La domanda di partecipazione alla selezione deve essere presentata per uno soltanto tra gli Stati indicati in basso (la scelta di più Paesi comporta l’esclusione dalla selezione). L’istanza deve essere compilata esclusivamente on line, dal 12 dicembre 2012 al 12 gennaio 2013, all’indirizzo http://www.trampi.istruzione.it/asl/ , seguendo la procedura descritta nell’allegato A (Modalità di compilazione della domanda di partecipazione alla selezione) al suddetto Avviso.
Per un anno scolastico gli assistenti affiancheranno i docenti di lingua italiana in servizio nelle istituzioni scolastiche del Paese di destinazione, fornendo un contributo alla promozione ed alla conoscenza della lingua e della cultura italiana.
L’attività degli assistenti comporta, di regola, un impegno della durata di 12/13 ore settimanali, a fronte del quale viene corrisposto un compenso variabile a seconda del Paese di destinazione. Dettagli ed ulteriori informazioni sui contenuti dell’incarico sono riportati nell’allegato B all’Avviso ministeriale.

I posti, distribuiti presso scuole di vario ordine e grado, sono così ripartiti: Austria, 30; Belgio (lingua francese), 3; Francia, 169; Germania, 29; Irlanda, 6; Regno Unito, 15; Spagna, 29. Il numero dei posti indicati potrà subire delle variazioni in conseguenza dell’effettiva disponibilità dei Paesi ospitanti.