Home Attualità Banchi a rotelle, il commissario Arcuri: sono certificati, i presidi devono solo...

Banchi a rotelle, il commissario Arcuri: sono certificati, i presidi devono solo collaudarli

CONDIVIDI

Sui banchi monoposto consegnati alle scuole, l’entourage del commissario straordinario all’emergenza Domenico Arcuri risponde per le rime all’annuncio dall’assessore all’Istruzione della Regione Elena Donazzan che ha ritirato le cosiddette “sedie a rotelle” da tutti gli istituti del Veneto. E anche a chi, attraverso delle inchieste, aveva denunciato la richiesta fatta dalle istituzioni ai presidi per certificarne l’utilizzo.

Arcuri sul verbale di collaudo

Secondo Arcuri, i “banchi forniti sono ovviamente certificati e non viene mai chiesto ai dirigenti scolastici di certificare i banchi stessi, ma unicamente di siglare un documento di regolare ricezione della fornitura con il relativo verbale di collaudo. Ciò al fine di attestare che le forniture richieste siano state consegnate e siano conformi a quanto richiesto”.

Icotea

Struttura commissariale continua

Il commissario straordinario respinge le accuse di mancata verifica sull’utilizzo e sugli eventuali danni posturali che potrebbero essere prodotti dai banchi con rotelle.

“Si ricorda – ha aggiunto Arcuri – che sin dall’inizio della fase emergenziale la struttura commissariale è stata e continua a essere a completa disposizione delle scuole per dare direttamente ai destinatari tutte le delucidazioni necessarie a risolvere eventuali problemi nelle forniture e nella gestione della relativa documentazione”.

La posizione di Donazzan

Elena Donazzan si è espressa, invece, con parole ben diverse: “Bocciamo pertanto interventi assurdi e poco salutari, come lo sono stati i banchi con le rotelle che sono stati ritirati dai plessi scolastici in cui erano stati introdotti perché erano causa di mal di schiena“, ha sentenziato l’assessore all’istruzione della Regione Veneto.