Home I lettori ci scrivono Caro Max Bruschi, i docenti colpiti dalla Plenaria si sono formati sul...

Caro Max Bruschi, i docenti colpiti dalla Plenaria si sono formati sul campo

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Salve, dott. Bruschi.

Esordisco dicendo che non condivido neppure una virgola di quello che sostiene nel post in oggetto.

Lei praticamente asserisce che la Plenaria si è espressa in modo salomonico, giacché ha sventato un tentativo di immettere in GaE, e quindi in ruolo, docenti inadeguati e incompetenti: nulla di più diffamatorio e fuorviante! Le rammento che i docenti prevaricati dalla insana sentenza del CdS, riunito in adunanza plenaria, oltreché preparati sul piano didattico, sono persone preparate sul piano esperienziale.
Lei ha omesso di dire, spero in buona fede, che tutti i docenti colpiti da quella sciagurata e dissennata sentenza sono già in aula da un bel pezzo; sono docenti che, nel corso degli anni, si sono formati sul campo, oltre ad aver seguito, con esiti positivissimi, anche corsi di formazione specifici.
Nondimeno, i giudici del CdS, smentendo se stessi, poiché a più riprese avevano ritenute fondate le istanze di noi DM, hanno rigettato con motivazioni alquanto discutibili le rivendicazioni annose di una classe sociale che farà sentire la propria voce assordante nei prossimi giorni e mesi!

Ancora, sia Lei sia i tanti professoroni che istigano gli SFP contro i DM dimenticate di dire che il loro primo insegnante, il loro pigmalione, è stato un Diplomato Magistrale! Quindi annulliamo tutte le Licenze Elementari? Di conseguenza, tutti i diplomi e le lauree degli alunni di quei maestri!?

Sia le tesi dei volubili giudici del CdS, sia le Sue, non hanno equanime fondamento giuridico nonché dottrinale.

A questa “schizofrenia”, aggiungiamo la palese violazione dell’articolo sul principio di uguaglianza della nostra savia Costituzione: non passerà inosservata la disparità di trattamento tra i vari ricorrenti, sulla base di una tempistica che si discosta nell’ordine di poche ore!

ICOTEA_19_dentro articolo
Rilevo che la Sua analisi è di stampo ultraliberista, che non troverà mai accoglimento in una società come quella italiana, poiché la nostra Scuola Primaria è tra le migliori al Mondo!
Basta quest’ultima asserzione a sconfessare quello che Lei sostiene e, soprattutto, il pronunciamento, frutto di considerazioni amenziali, della Plenaria!
Una curiosità: Lei quale concorso ha vinto allorquando fu chiamato a ricoprire il ruolo di Ispettore illacrimato al MIUR? Una semplice curiosità!
Ci penseranno la Cassazione e i nuovi governanti (tra questi non vi sarà il PD!) a ripristinare lo stato di Diritto in Italia! Non saranno certo gli uomini di tutte le stagioni a dover dare giustizia a chi ha subito un così grave danno.
Una cosa importante: La invito a leggere la lettera di un gruppo di genitori dell’I.C. “Padre Gemelli” di Torino che, giustamente, fanno notare come, se dovessero prendere per buono la Sua tesi, quella del PD e quella del CdS, che peraltro è sempre la stessa, sono fortemente preoccupati perché in vent’anni avete affidato i loro figli a docenti che non ne avevano le qualità (Le ricordano qualcosa le migliaia di supplenze annuali a docenti anche di terza fascia d’Istituto, che ora sono diventati di seconda fascia?).
E poi, Lei è veramente convinto che un giovane laureato, solo perché ha una preparazione teorica, sia migliore (a proposito, vede non ho detto “più migliore”!) di una maestra che entra in classe da più anni? Consiglio a Lei e ai tanti burocrati ad entrare nelle scuole non solo per controllare le carte, ma per osservare il bellissimo lavoro che giornalmente fanno tanti maestri; invito tutti ad avere a che fare più con la ” Scuola Reale” che con la “Buona Scuola”!Un’ultima cosa. Ogni volta che il Ministero si deve presentare davanti a dei Giudici, bisogna mettere l’Avvocatura dello Stato nelle condizioni di dire il vero e di dare i numeri giusti non di dare i numeri. I ricorrenti sono 5000 (fonte PD), circa 60000 (fonti sindacali, vere) o un milione (sic!, fonte MIUR)? Buon lavoro nell’interesse dei maestri tutti!

Napoleone Discenti
Preparazione concorso ordinario inglese