Home Concorsi Concorso scuola straordinario, chi partecipa per i posti di sostegno

Concorso scuola straordinario, chi partecipa per i posti di sostegno

CONDIVIDI

Al prossimo concorso docenti straordinario per la scuola secondaria, presente nel decreto scuola attualmente in approvazione alla Camera, sarà possibile partecipare se si è in possesso di almeno tre anni di servizio nella scuola statale (o paritaria solo ai fini dell’abilitazione) negli ultimi 10 anni.
In attesa dell’ok al testo che dovrebbe definire in modo definitivo alcuni aspetti, spieghiamo chi può concorrere ai posti di sostegno.

Concorso docenti straordinario, ecco come si accede per il sostegno

Potranno partecipare al concorso docenti straordinario abilitante per la scuola secondaria di primo e secondo grado, i docenti in possesso dei seguenti requisiti:

  • almeno tre anni di servizio nella scuola secondaria statale (anche su sostegno) dal 2008/2009 al 2018/2019. Chi conclude la terza annualità nel 2019/2020 partecipa con riserva
  • uno dei predetti tre anni deve essere specifico, ossia svolto nella classe di concorso per cui si partecipa.
  • Potranno partecipare, anche se solo ai fini dell’abilitazione, i docenti che hanno maturato il servizio di tre anni nella scuola paritaria.

Concorsi scuola, preparati con la Tecnica della Scuola con un’offerta esclusiva

 

ICOTEA_19_dentro articolo

Per quanto riguarda i posti di sostegno, il decreto scuola prevede la partecipazione in una sola regione dei docenti, anche di ruolo, su posto comune o in alternativa su posto di sostegno.

Non è possibile quindi la partecipazione sia su posto comune sia su posto di sostegno.

I requisiti per accedere ai posti di sostegno del concorso straordinario sono:

1) Un titolo di studio valido per l’accesso all’insegnamento nella scuola secondaria. Gli ITP accedono con il diploma di istruzione di secondo grado.

2) Il titolo di specializzazione sul sostegno, in possesso alla data di presentazione della domanda prevista dal Bando, relativo alla scuola secondaria.

3) Tre anni di servizio svolto nella scuola secondaria statale, anche non continuativi, tra l’a.s. 2008/2009 e  il 2018/19. Chi totalizzerà la terza annualità nell’anno in corso potrà accedere con riserva.

4) Uno degli anni di servizio svolto deve essere stato prestato necessariamente su posto di sostegno.

Possono partecipare al concorso straordinario, ma ai soli fini abilitativi, su posto di sostegno in alternativa al posto comune, i docenti con il servizio svolto nelle scuole secondarie paritarie negli ultimi 10 anni.

Concorso straordinario secondaria, accedono con riserva gli specializzandi Tfa sostegno

Uno degli emendamenti del decreto scuola riguarda proprio il sostegno. Nello specifico, uno degli emendamenti approvati dalle Commissioni nelle scorse settimane, riguarda il fatto che potranno concorrere al prossimo concorso scuola straordinario i docenti che devono concludere il Tfa sostegno 2019, ovvero il IV ciclo di specializzazione sul sostegno per 14 mila posti.

 

Concorso docenti straordinario: la procedura

La procedura per l’immissione si baserà su più passaggi: