Home Attualità Coronavirus, si faranno le prove Invalsi? Le ultime novità

Coronavirus, si faranno le prove Invalsi? Le ultime novità

CONDIVIDI
  • Credion

Continua l’emergenza coronavirus. I contagiati in Italia sono saliti a 283, 54 in più rispetto a ieri. La paura di una pandemia ha creato caos e soprattutto la proliferazione di fake news soprattutto sui social network. L’emergenza ha portato all’adozione di una serie di misure per contenere il contagio.

Abbiamo già riportato le conseguenze che il coronavirus sta avendo sulle scuole. Uno degli aspetti da tenere in considerazione è quello relativo alle prove Invalsi.

Icotea

Infatti, dal 2 marzo sono previste le prove Invalsi per le classi dell’ultimo anno di scuola secondaria.

Allo stato attuale non c’è uno slittamento, ma non è da escludere che nei prossimi giorni possano essere prese misure in tal senso. Almeno, per quanto riguarda le Regioni in cui si sono chiuse le scuole, è molto probabile lo slittamento data la chiusura degli istituti.

Tuttavia, a scanso di equivoci, un eventuale slittamento sarà comunicato ufficialmente dal Ministero dell’Istruzione. Fino a quel momento, le prove Invalsi si svolgeranno regolarmente.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO


AGGIORNAMENTO

La mappa dell’ateneo di Baltimora (clicca qui)

CORONAVIRUS – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Leggi anche

Coronavirus, Conte: “Chiusura delle scuole ingiustificata nelle zone fuori da focolai”

Coronavirus, a scuola con Skype per evitare il contagio da Covid-19

Coronavirus, scuole chiuse in Veneto e Lombardia

Coronavirus, come gestire gli spostamenti degli studenti per i PCTO?

Coronavirus, stop anche ai concorsi pubblici

Coronavirus, sospese le uscite didattiche. Nessuna disposizione per gli arrivi

Coronavirus, scuole chiuse e validità anno scolastico: tutte le info utili

Emergenza Coronavirus a Lodi. Un ds consiglia al personale: “Mettetevi in congedo”

Coronavirus, sempre più gite scolastiche annullate. Giannelli (Anp): il ministero dia precise indicazioni

Coronavirus, elenco delle scuole chiuse in Emilia Romagna, Lombardia e Veneto

Coronavirus, Gissi (Cisl Scuola): “Indicazioni chiare ed essenziali da governo e ministeri”

Che cos’è il Coronavirus

Il 9 gennaio 2020 l’OMS ha dichiarato che le autorità sanitarie cinesi hanno identificato un nuovo ceppo di coronavirus mai identificato prima nell’uomo: il 2019-nCoV. Il virus è associato a un focolaio di casi di polmonite registrati a partire dal 31 dicembre 2019 nella città di Wuhan, nella Cina centrale.

Le FAQ dell’Istituto Superiore di Sanità