Home Attualità Di Maio difende Azzolina: normali i problemi sulla scuola. E Renzi respinge...

Di Maio difende Azzolina: normali i problemi sulla scuola. E Renzi respinge la mozione di sfiducia della Lega

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Alla vigilia del referendum sulla riduzione dei deputati e delle elezioni amministrative, gli alleati di partito e di governo difendono l’operato della ministra Lucia Azzolina. Lo hanno fatto anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il leader di Italia Viva Matteo Renzi.

Di Maio: abbiamo le norme più restrittive d’Europa

Secondo Di Maio, “sulla scuola è normale che ci fossero criticità. Io ricordo che anche in periodo pre-pandemia c’erano i soliti problemi. A ciò si aggiunge che abbiamo scritte le norme più restrittive d’Europa per la salute dei bambini”.

L’ex vice-premier, ospite di Unomattina, ricorda che “in Francia, dopo una settimana, hanno sospeso le lezioni in 200 classi. Se ci guardiamo intorno noi abbiamo scritto le norme più rigide per la salute degli studenti”. Lo dice il Luigi Di Maio. La sfiducia delle opposizioni al ministro Azzolina? “Io credo che almeno sulla salute dei bambini dovremmo essere tutti uniti”, conclude il ministro degli Esteri.

ICOTEA_19_dentro articolo

Renzi: Salvini strumentalizza

Del documento di sfiducia contro la ministra dell’Istruzione, presentato dalla Lega un paio di giorni fa, ha parlato anche Matteo Renzi.

“Non ho letto la mozione” di sfiducia della Lega contro il ministro Azzolina “vedremo quando verrà, ma mi sembra un tentativo di Salvini di strumentalizzare la vicenda a livello mediatico”, ha detto Renzi a Tagadà, su La 7Lo ha detto il leader di Iv,.

“Facciamola partire” la scuola, “poi se dovremo fare una verifica la faremo dopo che siamo partiti”, ha concluso il politico fiorentino ribadendo un concetto già espresso pochi giorni prima, quando ha dato il suo diniego per il momento a fare il toto-ministri post 20-21 settembre.

Preparazione concorso ordinario inglese