Home Attualità Draghi agli studenti: “La gente non capisce quanti insegnanti bravi ci siano....

Draghi agli studenti: “La gente non capisce quanti insegnanti bravi ci siano. Si sacrificano, ma col sorriso”

CONDIVIDI

Intervenuto alla scuola media Dante Alighieri di Sommacampagna (Vr), il presidente del Consiglio Mario Draghi ha parlato agli studenti della scuola e dei temi attuali:

“Ho avuto degli straordinari insegnanti nella mia vita, a scuola, all’università, sia quando ho studiato negli Stati Uniti che in Italia. Mi hanno dato tanto e gli sono riconoscente. Quanti insegnanti bravi ci siano la gente non lo capisce, sono tanti e bravissimi, in un certo senso li avete davanti. Sono quelle persone che non solo si sacrificano, il sacrificio dà l’idea di una persona che è triste e che deve far qualcosa perché lo deve fare, ma si divertono a star con voi e sono coloro che vi danno l’inizio, i primi messaggi della vita, sono coloro che vi dicono “ma tu che hai fatto?”, sono coloro che vi aiutano a trovare la consapevolezza di voi stessi e gran parte di loro lo fanno col sorriso ”.

Icotea

Guerra e accoglienza

“La guerra è come quando per strada vediamo uno grande e grosso che picchia un più piccolo – afferma il premier – adesso quello più piccolo è cresciuto e si difende bene, ha tanti amici. I cittadini russi non sono colpevoli di ciò che fa il proprio governo, non sono i nostri nemici. Ho chiesto a Biden di chiamare Putin.

Devo ringraziare le scuole italiane che hanno accolto migliaia di studenti ucraini, facendoli sentire a casa”.

“Bisogna guardare al futuro come un’opportunità non come un rischio. Il futuro è lì perché ve ne impadroniate. Il futuro è una partita da giocare e da vincere. E niente ansia, mi raccomando.
Spero che con l’anno prossimo non ci sia più bisogno della mascherina, grazie ai vaccini. So quanto avete sofferto. La cosa importante alla vostra età è stare insieme”.