Home Attualità Global Junior Challenge, premiati i progetti più innovativi sull’uso delle tecnologie nella...

Global Junior Challenge, premiati i progetti più innovativi sull’uso delle tecnologie nella formazione

CONDIVIDI

Sono stati premiati a Roma, il 13 dicembre scorso, nell’ambito della cerimonia di premiazione del Global Junior Challenge, i progetti più innovativi che utilizzano le nuove tecnologie per l’educazione e la formazione dei giovani.

L’iniziativa, giunta alla IX edizione, è organizzata ogni due anni dalla Fondazione Mondo Digitale e dedicata al linguista Tullio De Mauro.

Nell’edizione del 2019 si è concentrata sull’obiettivo 4 dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, un’istruzione di qualità per tutti, valorizzando storie di scuole capaci di accogliere e mettere in rete risorse e talenti diversi. Il video “La scuola che cambia il mondo” (youtu.be/tEw35ZvSUig) documenta il successo del modello della Palestra dell’Innovazione in territori periferici ad alta povertà educativa, a Roma, Milano, Napoli e Bari.

ICOTEA_19_dentro articolo

I vincitori del Global Junior Challenge 2019, premiati con la medaglia di bronzo di Roma Capitale, sono:

  • Poupi di Anne Marianne (Latina), per la categoria “Educazione fino ai 10 anni”
  • Dinamica dell’associazione culturale Dinamica Rocca Priora di Rocca Priora (Roma), per la categoria “Educazione fino ai 15 anni”
  • Placca il bullo e il cyberbullo dell’IIS Cobianchi di Verbania e CTS VCO, per la categoria “Educazione fino ai 18 anni”
  • Radio magica della Fondazione Radio Magica onlus di Udine, per la categoria “Educazione fino ai 29 anni”
  • School UP di Cervellotik Education di Potenza, per la categoria “Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro”

Il premio speciale Tullio De Mauro, istituito per proseguire l’impegno civile del maestro e valorizzare il ruolo di docenti e dirigenti innovatori, è stato assegnato a Lara Lina Ferrari, insegnante dell’Istituto comprensivo Del Vergante di Meina (Novara), e ad Antonella Di Bartolo, dirigente scolastica dell’IC Sperone Pertini di Palermo. Hanno consegnato i premi messi in palio da Erickson, partner dell’iniziativa, Ornella Riolfatti, direttore generale del Centro Studi Erickson, e Silvana Ferreri De Mauro.

Oltre ai premi storici del concorso internazionale sono stati assegnati riconoscimenti ai docenti che si sono distinti nell’ultimo anno per il contributo di valore a programmi educativi innovativi: Gaetano Manzulli, docente dell’IIS Pacinotti di Taranto, è stato premiato nell’ambito del progetto “Ambizione Italia per la scuola” promosso con Microsoft Italia. Cinque i riconoscimenti per Computer Science First di Google.

Al link www.mondodigitale.org/it/news/la-scuola-vince-le-sfide la cartella stampa, le motivazioni della giuria, le interviste ai protagonisti e la photogallery della manifestazione.

 

CONDIVIDI