Home Politica scolastica Il DdL porterà almeno una scuole sicura e ipertecnologica a regione

Il DdL porterà almeno una scuole sicura e ipertecnologica a regione

CONDIVIDI
  • Credion

Costruire almeno una nuova scuola in ogni Regione “altamente innovative dal punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’incremento dell’efficienza energetica, della sicurezza strutturale e antisismica e caratterizzate da nuovi ambienti di apprendimento anche per favorire l’uso continuo e costante delle moderne tecnologie nell’attività didattica”.

La novità per l’edilizia scolastica italiana è contenuta nell’articolo 20 nel ddl ‘La Buona Scuola’, approvato attorno alle 23 del 19 maggio dalla Camera dei deputati. L’articolo definisce le procedure per emanare il bando e per selezionare i progetti.

Icotea

 

{loadposition eb-territorio}

 

Semaforo verde anche per l’articolo successivo, il 21, attraverso cui è stato introdotto il rafforzamento delle funzioni dell’Osservatorio per l’edilizia scolastica, al quale d’ora in poi potranno prendere parte le associazioni civiche. I sì sono stati 289, i no 85 (tutte le opposizioni presenti).

L’articolo prevede, inoltre, la riduzione delle sanzioni per gli enti locali che non hanno rispettato gli obiettivi del patto di stabilità 2014 e hanno sostenuto spese per l’edilizia scolastica.

All’Osservatorio saranno affidati compiti di indirizzo e di programmazione degli interventi, oltre che la redazione di un piano del fabbisogno nazionale 2015-2017, al quale sono destinate risorse già stanziate ma non ancora destinate agli acquisiti.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola