Home Politica scolastica #labuonascuola, arrivano i primi risultati della consultazione pubblica

#labuonascuola, arrivano i primi risultati della consultazione pubblica

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Sulla ‘Buona Scuola’ del Governo siamo giunti alla fase due, della presentazione dei primi risultati della consultazione pubblica, il documento #labuonascuola lanciato a settembre per indicare le priorità del governo nel campo dell’istruzione: a fornire le indicazioni giunte dalla messa a disposizione della cittadinanza, per due mesi, della bozza di testi di riforma della scuola, sarà direttamente il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini. L’appuntamento, al Miur, è per il pomeriggio del 15 dicembre.

“Per un giorno – fanno sapere da viale Trastevere – , il Ministero aprirà le porte alle scolaresche, ospiterà laboratori di eccellenza ed esperti che dibatteranno sul futuro dell’istruzione. La consultazione su #labuonascuola è durata due mesi, dal 15 settembre al 15 novembre, e ha coinvolto i cittadini sia on line, attraverso il sito www.labuonascuola.gov.it, sia off line, con i dibattiti organizzati dal Miur (40 le tappe del tour de #labuonascuola) e dai cittadini (oltre 2.000 in tutto il paese)”.

 

ICOTEA_19_dentro articolo

I risultati della #consultazione 

Sarà dunque il ministro Stefania Giannini a presentare i risultati della consultazione nella Sala della Comunicazione in viale Trastevere 76/A, a partire dalle ore 16.30. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul sito www.cultura.rai.it e sul sito del Miur www.istruzione.it. Sarà inoltre previsto un live twitting attraverso il profilo del Ministero@MiurSocial. Condurrà il dibattito la giornalista di Rai News 24 Daiana Paoli.

 

Arte, Musica, Alternanza Scuola-Lavoro, Digitale, ne parlano gli esperti

Il pomeriggio del 15 sarà anche un momento di incontro con esponenti del mondo dell’arte, dello spettacolo, scrittori, imprenditori per un confronto sulla scuola italiana e sul contributo che la società civile può offrire per arricchirla e migliorarla. Ne parleranno al Miur, a partire dalle 18.00, sempre nella Sala della Comunicazione,con prosecuzione della diretta streaming, il regista Mario Martone, lo scrittore Gianrico Carofiglio, il direttore del Centro per il libro Romano Montroni, il vice presidente di Confindustria per l’Education Ivanhoe Lo Bello, il co-fondatore del progetto Arduino Massimo Banzi, il presidente del Comitato Nazionale per l’apprendimento pratico della Musica Luigi Berlinguer, il Maestro Andrea Lucchesini. Si parlerà poi di sport con il presidente del Comitato italiano paralimpico Luca Pancalli e l’atleta paralimpica Oxana Corso,specializzata nella velocità, con il vice presidente del ConiGiorgio Scarso, i fiorettisti Valerio Aspromonte Arianna Errigo.

 

 

{loadposition articologoogle}

 

 

#labuonascuolaLabs al Miur

“Per un giorno, inoltre, il Miur diventerà un grande laboratorio aperto che ospiterà alcune esperienze di eccellenza delle scuole italiane. Nel Salone dei Ministri gli studenti del liceo Lussanadi Bergamo mostreranno come le tecnologie possono supportare la didattica e la valutazione. Quelli del liceo Viscontidi Roma racconteranno le nuove modalità di apprendimento della storia dell’arte attraverso l’osservazione diretta, a scuola, del restauro di un dipinto antico. Sarà allestito anche un laboratorio sulle potenzialità delle tecnologie per rendere accessibile la didattica a chi ha diverse abilità a cura della scuola Sant’Ambrogio – Negrar CTS di Verona. Gli studenti del Machiavelli di Roma racconteranno l’iniziativa ‘Together in Expo’. Lungo i corridoi del secondo piano del Ministero, dove si trovano le stanze del Ministro e dei Sottosegretari, ci saranno laboratori musicali con la collaborazione degli studenti dei liceiFarnesinadi Roma, del liceo Manzoni di Latina dell’Istituto Comprensivo Macherione di Giarre (CT). Il gruppo dei‘Flauti erranti’della Rete regionale dei flauti della Toscana, composto da diverse scuole, animerà diversi punti del Ministero. Gli studenti dell’Itis Avogadrodi Torino porteranno al Miur il loro progetto “Io c’ero. Il punto di vista e di visione degli studenti” riprendendo la giornata con le loro telecamere. I ragazzi degli Istituti Sereni Garibaldi di Roma cureranno l’allestimento del verde come esercizio laboratoriale. Gli alunni dell’Istituto Colombo di Roma si occuperanno dell’accoglienza degli ospiti e quelli del Baffi e del Domizia Lucilla di Roma saranno responsabili dei punti ristoro come momento di verifica delle loro competenze pratiche”.

 

Le scuole a ‘Palazzo’

Sempre il 15 dicembre, il Miur aprirà le sue porte a studenti e docenti anche attraverso un percorso di visita la Palazzo dell’Istruzione di Viale Trastevere a cura dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico. Ottanta ragazzi di istituti che avevano fatto richiesta di partecipazione alle visite organizzate, un servizio offerto tutto l’anno dal Miur, potranno conoscere il 15 l’importante patrimonio storico-artistico e documentale custodito all’interno del Palazzo e visitare Biblioteca, Emeroteca, salire i gradini dello Scalone d’Onore, entrare nel salone dei Ministri e nell’anticamera dei Ministri.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola

Preparazione concorso ordinario inglese