Home Politica scolastica “Passodopopasso” sempre più vicino al cavaliere

“Passodopopasso” sempre più vicino al cavaliere

CONDIVIDI

 

Tutto si trova sul portale passodopopasso.italia.it che è, nota Wired, un sottodominio di Italia.it, ma che sarà il luogo dedicato al racconto “dell’evoluzione dell’attività parlamentare”. Già da oggi (e a segnalarlo ci pensa un contagiorni) ci saranno  “tutte le iniziative sull’agricoltura collegate all’Expo e all’export, mercoledì conterrà il percorso della riforma sulla scuola”.

La piattaforma realizzata dall’agenzia di comunicazione Proforma raggruppa i contenuti disponibili in 5 aree: Mille giorni, Passo dopo passo, News, Infografiche e Video. Non vengono esplicitate le singole scadenze, operazione che darebbe modo ai cittadini di tenere il dito premuto sul polso della situazione, ma solo elencati in Passo dopo passo i risultati ottenuti: l’ultimo post al momento riporta brevemente i dati Istat sull’occupazione, ma senza linkare la fonte originale, mentre i precedenti danno una rappresentazione grafica molto chiara e gradevole ma un po’ sommaria di decreti e riforme approvati o in cantiere. Per risalire ai testi veri e propri bisogna scorrere a fondo pagina e notare il piccolo link consigliato per approfondire: non si può cliccare e va digitato sul browser.

Icotea

Il tutto si può condividere su Facebook e Twitter cliccando sugli appositi collegamenti e c’è anche, piccola chicca, un rimando diretto all’hashtag Facebook #millegiorni. Facebook e non Twitter, andando a intercettare gli italiani sulla loro piattaforma preferita.

Le notizie elencate per ora sono quattro, riprendendo i risultati ottenuti o gli obiettivi fissati, e che sembrano orientate a mostrare esclusivamente quanto di positivo accade a Palazzo Chigi e in conseguenza dell’attività dello stesso: pubblicità occulta? Non del tutto, mentre nello sfondo cogliamo il sorriso di quello che fu il “grande ammaliatore”, quando, bacchetta in mano, mostrava in Tv prossimi cantieri sulle autostrade e le “tre I” per il rinnovo dell’istruzione.     

La sezione Video è vuota. Anzi, erroneamente c’è il collegamento a un’infografica. E le infografiche, come fa notare Vincenzo Cosenza di Blogmeter, sono sostanzialmente grafiche: “Sono testi con a fianco un’icona, quando si parla di infografiche o data visualization si sottintende precedente un lavoro sui dati”.

Un po’ poco, specifica Wired, mentre il vero tallone d’Achille è un altro: l’assenza di una sezione dedicata al rapporto diretto con i cittadini, considerato che Renzi ha parlato di “uno spazio di coinvolgimento”, dove “ciascuno potrà giudicare e criticare”.

E così il direttore creativo di Proforma Giovanni Sasso spiega a Wired.it come si tratti di una versione beta e di un lavoro sostanzialmente in fieri. “Faremo un po’ di test e il rapporto con i cittadini è sicuramente un aspetto importante, anche se bisogna sempre capire a che livello”, prosegue. Non è invece previsto l’inserimento delle scadenze: “Il sito nasce per raccontare l’azione del Governo giorno dopo giorno”.

Sito rimandato a settembre, dice Wired, benchè l’auspicio è che uno strumento potenzialmente molto interessante non si riveli solo una versione graficamente più gradevole dell’operazione memoria e futuro di Forza Italia con noveanni.governoberlusconi.it