Home Politica scolastica Regionalizzazione, Conte: “Sì alla riforma, rispetteremo la Costituzione”

Regionalizzazione, Conte: “Sì alla riforma, rispetteremo la Costituzione”

CONDIVIDI

Il tema della regionalizzazione tiene banco nell’agenda politica. Anche oggi, come già documentato dalla Tecnica della Scuola, fumata nera dopo il vertice di maggioranza.

Sull’argomento ha parlato, a margine del Forum dell’Economia Digitale a Milano, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Nessuno mi ha chiesto l’autonomia per distaccarsi dal resto Paese. E non è certo questo l’intendimento che possiamo attribuire alle Regioni che la chiedono o alle comunità locali che hanno votato al referendum. Faremo una riforma che consentirà loro di essere italiani e di riconoscersi, con tutte le altre, come parte di una medesima comunità nazionale”.

In conferenza stampa, a Palazzo Chigi, dopo il Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte ha aggiunto: “Sulle autonomie stiamo lavorando, io presiedo il tavolo. Ritengo che il modo migliore per una buona riforma sia instaurare un contraddittorio aperto tra tutti, poi faccio le mie valutazioni. Abbiamo fatto molto lavoro, sono il garante del lavoro che stiamo facendo che porterà a una riforma che rispetterà la Costituzione”

ICOTEA_19_dentro articolo

“Siamo già a otto richieste di autonomie e questo è sostenibile solo se l’intesa che faccio con una posso farla anche con un’altra. Questo significa che non posso trasferire tutte le competenze che mi vengono richieste sennò avrei uno stato senza competenze”, ha concluso.

Regionalizzazione, le parole di Matteo Salvini

Il vice premier e ministro degli Interni, Matteo Salvini, è intervenuto sull’argomento, a margine del Question Time al Senato: “Io ho chiesto che la prossima volta vengano invitati i governatori, così la chiariamo una volta per tutte. Così si discute tutti insieme”.

Poi aggiunge: “Non è possibile che si faccia un passo avanti e due indietro ogni volta. Per il futuro, per unire il Paese conta il merito, la trasparenza e eliminare gli sprechi”.

Le bozze complete

Bozza Veneto (clicca qui)

Bozza Lombardia (clicca qui)

Bozza Emilia Romagna (clicca qui)

Le parti che si riferiscono alla scuola

Bozza Lombardia scuola (clicca qui)

Bozza Veneto scuola (clicca qui)

Bozza Emilia Romagna scuola (clicca qui)

Leggi anche

Regionalizzazione, il via libera di Bussetti: “Si farà, convincerò i sindacati”
Regionalizzazione, il Friuli batte tutti: così sarà la scuola secessionista. I dettagli
La regionalizzazione della scuola uguale alla disintegrazione dell’Italia e dell’istruzione?
Regionalizzazione scuola, parte una petizione per dire no