Home Attualità Ritorno a scuola, la mascherina sarà portata per più ore consecutive: pochi...

Ritorno a scuola, la mascherina sarà portata per più ore consecutive: pochi i motivi per toglierla

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Nel momento in cui un alunno, dalla primaria in poi, un docente, un lavoratore o un visitatore entrerà a scuola, dovrà indossare la mascherina e non toglierla più sino a quando non sarà uscito dall’istituto scolastico. Tranne situazione particolari, quindi, verrà portata sul volto anche per più ore consecutive. Presto il provvedimento verrà collocato nero su bianco nei protocolli sulla sicurezza per il rientro in classe.

Si va verso l’obbligo permanente

Anche se il loro utilizzo non basta a garantirsi il mancato contagio dal Covid-19, l’orientamento del Comitato Tecnico Scientifico è infatti per un uso esteso delle mascherine nelle mura scolastiche: a dirlo è stato il coordinatore del Cts Agostino Miozzo parlando il 19 agosto a SkyTg24, a ridosso della riunione dello stesso Comitato di esperti.

I tre pilastri del Coronavirus

“Questa malattia – ha detto Miozzo – ha imposto tre pilastri: il distanziamento, l’uso della mascherina e l’igiene. Sono indiscutibili e saranno validi per il mondo scolastico”. E sulle mascherine non vi sono dubbi che ognuno avrà la propria, considerando che da settimane il commissario straordinario per l’emergenza ha annunciato che ne verranno messe a disposizione per tutte le scuole ben 11 milioni al giorno.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Sopra i sei anni – ha aggiunto – sarà richiesto, in Italia come in altri Paesi, che ci imponiamo l’uso della mascherina e il distanziamento. Poi ci saranno condizioni particolari, come l’uso se c’è un ragazzo non udente in classe, l’interrogazione, momenti del contesto locale che saranno valutati. L’indicazione però sarà: utilizziamo la mascherina perché è un importante strumento contro il virus”.

Sì al medico scolastico

Il coordinatore del Comitato tecnico scientifico è anche tornato sul medico scolastico: intervenuto a Unomattina, su Rai Uno, Agostino Miozzo ha spiegato che “è una figura assolutamente necessaria: ricostituire questa figura storica può’ essere un aspetto positivo”.

E’ bene ricordare che tuttavia sull’introduzione del medico scolastico, previsto per legge decine di anni fa, al momento di ufficiale ancora non c’è nulla.

Preparazione concorso ordinario inglese