Home Precari Concorsi scuola, emendamento Pd-Leu: raddoppiare gli assunti

Concorsi scuola, emendamento Pd-Leu: raddoppiare gli assunti

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La battaglia sul concorso scuola continua. Il Partito Democratico vuole riaprire la discussione sulle procedure per assumere i docenti. Ci sono due emendamenti al decreto Scuola, all’esame della commissione Istruzione del Senato, che chiedono due modifiche, di peso, alla procedura straordinaria che punta ad immettere in ruolo già a settembre 24mila precari “storici”, cioè, insegnanti non abilitati, con almeno tre anni di servizio alle spalle in cattedra.

Così come segnala il Sole 24 Ore, l’emendamento Pd-Leu-Autonomie chiede di rivedere questa procedura, cancellando la prova al pc in presenza, vista l’emergenza sanitaria in atto, e di puntare, quindi, su una selezione per titoli e servizio con una prova orale alla fine dell’anno di insegnamento. Con il secondo emendamento, invece, si chiede di innalzare i posti a bando da 24mila a 40mila.

Francesco Verducci, vice presidente della Commissione Istruzione al Senato, scrive: “Sulla scuola occorrono investimenti. Tra gli altri nostri emendamenti al decreto Scuola, chiediamo la riapertura delle graduatorie provinciali degli insegnanti per far entrare giovani e la stabilizzazione dei professori specializzati sul sostegno, un settore da troppo tempo in affanno”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Dal ministero dell’Istruzione evidenziano come il bando emanato rispetti la legge (e quindi se la legge cambia, il bando andrà adeguato); e come, in ogni caso, sarà garantita la salute dei candidati.

Leggi anche

Emiliano scrive ad Azzolina: senza i precari come avremmo fatto? Sì ai concorsi per titoli, molli le prove

ECCO I BANDI

Concorso ordinario infanzia e primaria

Concorso ordinario secondaria

Concorso straordinario

Procedura di abilitazione

Concorso straordinario secondaria: si farà il prima possibile

Il concorso scuola straordinario secondaria sarà la procedura che partirà prima di tutte. In ballo ci sono 24 mila posti.

Le domande per partecipare si possono presentare dal 28 maggio al 3 luglio. Mentre le prove, come accennato in precedenza, dovrebbero svolgersi ad agosto o addirittura anche a luglio.

Il concorso straordinario secondaria, così come stabilisce il DL 126/2019, è aperto per i docenti in possesso dei seguenti requisiti:

  • almeno tre anni di servizio nella scuola secondaria statale (anche su sostegno) dal 2008/2009 al 2018/2019. Chi conclude la terza annualità nel 2019/2020 partecipa con riserva
  • uno dei tre anni deve essere specifico, ossia svolto nella classe di concorso per cui si partecipa.
  • Potranno partecipare, anche se solo ai fini dell’abilitazione, i docenti che hanno maturato il servizio di tre anni nella scuola paritaria. Anche i docenti di ruolo che hanno tre anni comunque prestati, senza un anno specifico sulla classe di concorso, può partecipare ai soli fini abilitativi.

Per i posti di sostegno è necessario avere, oltre ai seguenti requisiti di servizio, la specializzazione sul sostegno.

TUTTO SUL CONCORSO STRAORDINARIO

Programma da studiare allegato C concorso straordinario (Clicca qui)

Titoli valutabili allegato D concorso straordinario (clicca qui)

Prospetto aggregazioni territoriali concorso straordinario (Clicca qui)

TABELLA DEI POSTI DISPONIBILI (CLICCA QUI)

Il parere del CSPI (Clicca qui)

ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK DEDICATO AL CONCORSO STRAORDINARIO (CLICCA QUI)

Concorso ordinario secondaria: 25 mila posti in palio

C’è attesa anche per il concorso scuola ordinario secondaria: le domande in questo caso invece vanno dal 15 giugno al 31 luglio. Le prove senz’altro in autunno inoltrato, quindi almeno ottobre.

Parteciperanno al concorso scuola 2020 i candidati in possesso dell’abilitazione all’insegnamento oppure i candidati con la laurea magistrale ed i 24 CFU. Per i posti di ITP si accede con il solo diploma.

Anche in questo caso, per i posti di sostegno i candidati, oltre ad uno dei requisiti precedenti, deve possedere la specializzazione sul sostegno.

TUTTO SUL CONCORSO ORDINARIO SECONDARIA

Decreto Ministeriale 

Programmi di concorso 

Criteri orale posto comune

Criteri orale posto comune lingua inglese

Criteri orale posto sostegno

Criteri prova pratica

Titoli concorso ordinario

Abilitazioni corrispondenti

ECCO LA RIPARTIZIONE DEI POSTI (PDF) 

Prova preselettiva. Come affrontare i quesiti di logica e di comprensione del testo

Concorso infanzia e primaria: atteso da un anno

Le domande del concorso ordinario infanzia e primaria dovrebbero andare dal 15 giugno al 31 luglio. Le prove in autunno inoltrato. Può partecipare chi possiede i seguenti requisiti:

  1. in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  2. diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.

Per quanto riguarda invece le procedure per i posti di sostegno su infanzia e primaria è richiesto inoltre il possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o di analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa.

TUTTO SUL CONCORSO INFANZIA E PRIMARIA

ECCO IL PROSPETTO DEI POSTI

REGOLAMENTO

TABELLA TITOLI

PROGRAMMI DA STUDIARE

ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK DEDICATO AL CONCORSO ORDINARIO INFANZIA E PRIMARIA
(CLICCA 
QUI)

Prova preselettiva. Come affrontare i quesiti di logica e di comprensione del testo

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese