Home Attualità Inizio scuola, 1 alunno su 2 pensa che nulla sia cambiato sui...

Inizio scuola, 1 alunno su 2 pensa che nulla sia cambiato sui trasporti, strapieni

CONDIVIDI
  • Credion

Con oggi 20 settembre, tutti gli alunni sono tornati in classe, in tutta Italia. Messe alla prova le misure anti Covid predisposte dal Cts in accordo con il Ministero dell’Istruzione e il Governo.

Problema trasporti

Il problema dei problemi, secondo quanto riferisce il sondaggio di Skuola.net, resta il fronte trasporti: Tra chi utilizza i mezzi pubblici per andare a scuola, circa 1 su 2 è convinto che nulla sia cambiato: autobus, tram, treni e metropolitane sono strapieni; come se non ci fosse una pandemia. E per un altro 40% la situazione è fattibile ma il corretto distanziamento è comunque una chimera. Cosa ancora più grave, tantissimi (62%) riportano che c’è ancora qualcuno che non indossa la mascherina a bordo. Senza che nessuno lo costringa a metterla: appena 1 su 4 si è imbattuto in quel personale di controllo che doveva essere potenziato proprio in occasione del back to school.

Icotea

Green pass, vaccini e organici

Quanto al resto sebbene alcune classi siano tornate in DaD praticamente al suono della campanella, per i più la piattaforma sul controllo del Green pass ha funzionato in maniera efficiente, le vaccinazioni continuano a crescere e gli organici, ovvero i docenti in cattedra, si sono rivelati maggiori che negli anni passati. Ad ogni modo, come ha riferito il nostro direttore Alessandro Giuliani, non mancano i casi di rinuncia alla supplenza, specie al Nord, dove Cisl scuola parla di 2mila rinunce solo a Milano.