Home Pensionamento e previdenza Quota 100, vado o non vado? Sindacati presi d’assalto: docenti disamorati, pur...

Quota 100, vado o non vado? Sindacati presi d’assalto: docenti disamorati, pur di lasciare accettano la pensione ridotta

CONDIVIDI

Il possesso dei requisiti per aderire a quota 100, per i dipendenti della scuola non comporterà un accesso sicuro alla pensione: per molti docenti, Ata e dirigenti scolastici rimane il dubbio della decurtazione dell’assegno di quiescenza, per via della mancata contribuzione degli ultimi anni.

L’anticipo,rispetto all’uscita a 67 anni, almeno secondo i calcoli dello Snals, avrebbe un prezzo non indifferente: fino a 350 euro al mese e 17 mila euro in meno di Tfr.

Grande affluenza anche ai patronati

Già nella giornata di venerdì 1° febbraio, giorno di pubblicazione della Circolare Miur 4644 indirizzata ai lavoratori della scuola, sindacati e i patronati sono stati presi letteralmente d’assalto: agli impiegati dei centri, che in diversi casi forniscono assistenza gratuita, è stata chiesta anche la certezza sul possedimento dei requisiti.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Nelle nostre sedi – ha spiegato Maddalena Gissi, segretaria generale della Cisl scuola – c’è grande affluenza di docenti che vogliono lasciare la scuola anticipatamente per difficoltà dal punto di vista professionale: l’esodo dalla scuola potrebbe superare le 30 mila unità”.

Questionario Cisl: una professione non più gratificante

La Cisl Scuola ha proposto un questionario per capire il perchè si accetta retribuzione minore, pur di lasciare il lavoro a scuola: da quanto emerge, spiega il sindacato Confederale, prevalgono il disamore per una attività professionale che non è più gratificante e la scarsa attenzione da parte delle scelte politiche dei governi nei confronti del mondo della scuola.

“E’ un esodo discriminatorio – fa anche notare Gissi -: chi ha bisogno di lavorare ed è padre o madre di famiglia non potrà accedervi”.

 

LEGGI ANCHE:

 

In pensione con quota 100, la circolare favorisce docenti, Ata e presidi: i sindacati prevedono un esodo

Pensioni quota 100, le info sulla gestione delle domande

Pensioni quota 100, modalità di presentazione delle domande

Pensioni quota 100, le domande per la scuola dal 4 al 28 febbraio. Tutte le info

Pensioni quota 100, in poche ore 800 domande. Salvini: avremo insegnanti più giovani, vogliamo quota 41

Pensioni quota 100, come presentare la domanda. Messaggio Inps [PDF]

Pensioni quota 100, per la Fornero è uno slogan: le regole rimangono quelle, Salvini dice tante bugie

Quota 100, sì del Consiglio dei ministri: 30 mila euro cash di Tfr, in pre-pensione un milione di lavoratori

Quota 100, al Mef i conti non tornano: sino all’ultimo modifiche possibili

Quota 100, conto alla rovescia per il decreto. Cosa accadrà per Tfs dipendenti pubblici 

Pensioni, Di Maio promette: quota 41 si farà. Intanto il 17 gennaio quota 100 arriva in CdM

Pensioni quota 100, il Governo non s’è dimenticato dei docenti: potranno fare domanda sino al 28 febbraio

Quota 100, un bluff? Sinopoli (Cgil): così fanno fuori docenti e Ata, per il Tfr servirà il mutuo

Quota 100, sorridono docenti e Ata: per arrivare a 62 anni e 38 di contributi varrà tutto il 2019

Quota 100 discriminante: in pensione con 38 anni di contributi, no chi ne ha 41. Landini (Cgil): “che c…o di giustizia è?”

Pensioni, quota 100 penalizza Centro-Sud e donne. Di quota 41 si sono perse le tracce

Quota 100, domande a gennaio per lasciare in estate: buonuscita subito con le banche, interessi a carico dei lavoratori

Pensioni, 315mila potenziali quota 100, 120mila solo statali