Home Graduatorie Graduatorie personale ATA: per quali profili ci si può candidare?

Graduatorie personale ATA: per quali profili ci si può candidare?

CONDIVIDI

Siamo ancora in attesa della pubblicazione del bando riguardante l’aggiornamento delle graduatorie di istituto di terza fascia del personale ATA per il triennio 2021/2022, 2022/2023, 2023/2024.

Il 25 gennaio scorso è proseguita l’informativa tra il Ministero dell’Istruzione e i sindacati sul rinnovo delle graduatorie. Secondo quanto riporta la FLC CGIL, il nodo principale ancora da sciogliere è la tempistica: dal momento che le domande saranno molto più numerose della volta precedente (circa un milione e ottocentomila) e che questo cadrà in un periodo molto complicato per le scuole (rinnovo graduatorie 24 mesi ATA, mobilità ordinaria e annuale, ecc…), l’Amministrazione, su richiesta dei sindacati, sta valutando la scelta del periodo meno d’impatto per le scuole.

Icotea

Le domande potranno essere presentate unicamente tramite Istanze online, ma per l’accreditamento sul portale e la rigenerazione del codice personale, sarà necessario il riconoscimento fisico dei candidati nelle segreterie scolastiche.

Le graduatorie d’istituto di terza fascia, ricordiamo, vengono utilizzate dalle scuole per l’assunzione dei supplenti in sostituzione del personale assente.

Le domande per le graduatorie riguardano le seguenti figure:

  • collaboratore scolastico
  • assistente amministrativo
  • assistente tecnico
  • addetto all’azienda agraria
  • guardarobiere, infermiere, cuoco.

Chi è l’Assistente Amministrativo?

Ruolo e compiti dell’AA sono definiti dal CCNL Scuola 2006/2009 e in particolare dalla Tabella A.

Area B: nei diversi profili svolge le seguenti attività specifiche con autonomia operativa e responsabilità diretta:

amministrativo: nelle istituzioni scolastiche ed educative dotate di magazzino può essere addetto, con responsabilità diretta, alla custodia, alla verifica, alla registrazione delle entrate e delle uscite del materiale e delle derrate in giacenza. Esegue attività lavorativa richiedente specifica preparazione professionale e capacità di esecuzione delle procedure anche con l’utilizzazione di strumenti di tipo informatico, pure per finalità di catalogazione. Ha competenza diretta della tenuta dell’archivio e del protocollo.

Cosa fa l’Assistente Amministrativo?

I servizi generali e amministrativi di una scuola si articolano in diverse aree:

  • Area del personale
  • Area alunni
  • Area finanziaria, patrimoniale e contabile
  • Area Protocollo e Affari generali
  • Area Magazzino.

Quindi, a seconda dell’area, l’Assistente Amministrativo si occuperà della gestione di determinate pratiche e procedure.

Graduatorie ATA: valutazione titoli e servizi profilo Assistente Amministrativo [FAQ]

Chi è l’Assistente Tecnico e cosa fa?

Ruolo e compiti dell’AT sono definiti dal CCNL Scuola 2006/2009 e in particolare nella Tabella A.

Area C

  • Attività lavorativa complessa con autonomia operativa e responsabilità diretta, anche mediante l’utilizzazione di procedure informatiche nello svolgimento dei servizi tecnici nell’area di riferimento assegnata.
  • In rapporto alle attività di laboratorio connesse alla didattica, è subconsegnatario con l’affidamento della custodia e gestione del materiale didattico, tecnico e scientifico dei laboratori e delle officine, nonché dei reparti di lavorazione.
  • Conduzione tecnica dei laboratori, officine e reparti di lavorazione, garantendone l’efficienza e la funzionalità. Partecipa allo svolgimento di tutti i compiti del profilo dell’area B.
  • Coordina più addetti dell’area B.

Area B

  • Conduzione tecnica dei laboratori, officine e reparti di lavorazione, garantendone l’efficienza e la funzionalità.
  • Supporto tecnico allo svolgimento delle attività didattiche.
  • Guida degli autoveicoli e loro manutenzione ordinaria.
  • Assolve i servizi esterni connessi con il proprio lavoro.

Graduatorie ATA: valutazione titoli e servizi profilo Assistente Tecnico [FAQ]

Chi è il collaboratore scolastico e cosa fa

Ruolo e compiti del collaboratore scolastico sono definiti dal CCNL Scuola 2006/2009 e in particolare nella Tabella A.

Innanzitutto, esegue, nell’ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica.

Inoltre, è addetto ai servizi generali della scuola con compiti di:

  • accoglienza e sorveglianza nei confronti degli alunni, nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche e durante la ricreazione, e del pubblico;
  • pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi;
  • vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche;
  • custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici;
  • collaborazione con i docenti.

Presta anche ausilio materiale agli alunni portatori di handicap nell’accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche, all’interno e nell’uscita da esse, nonché nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale anche con riferimento alle attività previste dall’art. 47, vale a dire incarichi specifici che comportano l’assunzione di responsabilità ulteriori e svolgimento di compiti di particolare responsabilità, rischio o disagio, necessari per la realizzazione del piano dell’offerta formativa, come descritto dal piano delle attività.

Graduatorie ATA: valutazione titoli e servizi profilo Collaboratore Scolastico [FAQ]

PER GLI ALTRI PROFILI:

Graduatorie ATA: valutazione titoli e servizi addetto alle aziende agrarie [FAQ]

Graduatorie ATA: valutazione titoli e servizi profilo Cuoco [FAQ]

TUTTO SULLE GRADUATORIE ATA