Home Attualità Maturità 2019, relazione sui percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento

Maturità 2019, relazione sui percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento

CONDIVIDI

L’articolo 19 dell’Ordinanza Ministeriale 205 dell’11 marzo 2019 – Istruzioni organizzative e operative esame di Stato II ciclo a.s. 2018-2019 dispone: “Nell’ambito del colloquio, il candidato interno espone, inoltre, mediante una breve relazione e/o un elaborato multimediale, le esperienze svolte nell’ambito dei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO), previsti dal d.lgs. n. 77 del 2005, e così ridenominati dall’art. l, co. 784, della l.30 dicembre 2018, n. 145.

Nella relazione e/o nell’elaborato, il candidato, oltre a illustrare natura e caratteristiche delle attività svolte e a correlarle alle competenze specifiche e trasversali acquisite, sviluppa una riflessione in un’ottica orientativa sulla significatività e sulla ricaduta di tali attività sulle opportunità di studio e/o di lavoro post-diploma”.

A tal riguardo la “relazione”, in quanto testo “tecnico”, deve rispondere a precisi requisiti, non può essere improvvisata.

ICOTEA_19_dentro articolo

La relazione dovrà essere “breve”: con funzione prevalentemente argomentativa.

Si devono evidenziare valutazioni e riflessioni sull’esperienza svolta, in sintonia all’indicazione dell’Ordinanza “sviluppa una riflessione in un’ ottica orientativa sulla significatività e sulla ricaduta di tali attività sulle opportunità di studio e/o di lavoro post-diploma”.

La relazione deve pertanto considerare:

• le competenze acquisite dallo studente nell’ambito del PCTO e quelle che sarebbe utile possedere;
• le difficoltà incontrate, anche in relazione all’adeguatezza della preparazione, con riferimento alla formazione scolastica;
• il legame dell’esperienza con il percorso di studi, con riferimento al progetto formativo, verificando se sono stati raggiunti i risultati previsti e/o non previsti;
• il legame dell’esperienza con le scelte future dello studente, con riferimento agli apprendimenti acquisiti, anche riguardanti la conoscenza del territorio e delle sue vocazioni, e alla loro coerenza con la scelta di percorsi di studio ulteriori (ITS, Università) e/o di ambiti lavorativi.

DOCUMENTO DEL 15 MAGGIO: SCARICA IL PDF

 

ALTRI APPROFONDIMENTI

Maturità 2019, documento del 15 maggio: ecco perché è importante
Maturità 2019, cittadinanza e costituzione: cosa mettere nel documento di classe?
Maturità 2019, percorsi in alternanza: come va fatta la relazione dello studente
Maturità 2019, le competenze sono anche “atteggiamenti”
Maturità 2019, come si valutano le “competenze trasversali” in alternanza?
Maturità 2019, il laborioso processo della valutazione
Maturità 2019, prima prova: le competenze da valutare
Maturità 2019, prima prova: la storia non è scomparsa
Maturità 2019, chi ha l’obbligo di presentare la domanda a commissario esterno
Tutto sulla maturità (clicca qui)

GUIDA AI NUOVI ESAMI DI STATO
Dal Documento del 15 Maggio al colloquio
Corso online in modalità webinar

IL DECRETO

GLI ALLEGATI

LEGGI ANCHE

Maturità 2019, prova orale: ecco cosa non ci sarà nelle buste
Maturità 2019, un modello di documento del 15 maggio [PDF]
Maturità 2019, prova orale: buste, materiali e voto: tutte le indicazioni [PDF]
Maturità 2019, all’orale spauracchio buste. Tutte le info
Maturità 2019, dal 27 marzo al 12 aprile le domande per commissari esterni
Maturità 2019, criteri di nomina dei commissari. La nota del Miur
Maturità 2019, la tabella di conversione dai voti ai crediti scolastici
Esami di maturità 2019, ecco chi potrà aspirare al bonus di 5 punti
Esami di maturità 2019, prove Invalsi non valide per ammissione ma si devono fare
Maturità 2019, indicazioni per gli alunni Dsa
Maturità 2019, le indicazioni per gli studenti disabili
Maturità 2019, prove scritte ed orale: tutte le date